Vittoria del San Vito Giarratana Volley, in fuga per ‘serie C’

bloc 1

Volley Mle | serie D

Vittoria impegnativa per il San Vito Giarratana che però, dopo qualche incertezza, fa propria la posta contro il Messina. E che sente odore di promozione

San Vito Giarratana 3 – Taba Volley Messina 1
(parziali 25-23 | 29-27 | 19-25 | 25-15)

.

Schiacciata a punto!
Schiacciata, punto e festeggiamenti!

.

GIARRATANA – Vittoria sudata quella del San Vito Giarratana che in casa, in un palazzetto pieno dei propri supporter, riesce a far propria la posta di questo incontro importante con una tostissima Taba Volley che niente ha regalato ed anzi ha chiesto agli ‘Ansaldi Boys’ di stare sempre concentrati. Una partita a cui ha assistito anche il presidente della Fipav Ragusa, Gianni Giurdanella, nonchè il vice presidente Salvatore Dipasquale, giarratanese e anche papà di Emanuele, giocatore del San Vito.

Il Giarratana parte con la formazione tipo mettendo Puma in regia e Micieli (k) opposto, Lero e Fatuzzo al centro, mentre di banda agiscono Dipasquale e Boi.

Nel primo set Giarratana parte meglio ed è subito avanti. Il sestetto messinese prova a rientrare, ma nel finale Fatuzzo e soci non perdono lucidità e riescono a vincere, pur se sprecando ben tre set ball, col punteggio di 25-a-23.

Storia simile nel set numero due anche se il Messina registra la propria presenza in campo e l’incontro è più equilibrato ed il Taba Volley va anche  in vantaggio grazie ai punti soprattutto al centro. I padroni di casa sorpassano riprendono il controllo della gara e vanno sul 16-a-15, per poi chiudere ai vantaggi in un finale di set emozionante con lunghi palleggi e recuperi al limite.

.

I giocatori del San Vito salutano i presenti
I giocatori del San Vito salutano i presenti

.

Nel terzo set il Taba rientra in corsa restando avanti per buona parte del set con i messinesi che fanno capire che non si erano fatti 177 km (fonte: google maps) per fare solo presenza. Il Giarratana accusa un calo di tensione mantenendo invece alto, troppo, il nervosismo in campo, ben oltre il tasso adrenalinico normale in una competizione agonistica, con anche un rosso dato a Lero per eccesso di chiacchiera, da parte dell’arbitro la signora Chiara Martino di Agrigento che ha condotto da sola l’arbitraggio e che peraltro ha mantenuto la pazienza in divcerse altre occasioni. Il tasso adenalinico è così alto, che coach Ansaldi preferisce fare dei cambi per far respirare alcuni uomini e eliminare le discussioni in campo, persino tra compagni.

Il quarto set è quello della vittoria, forse sfuggito proprio per questo nervosismo al terzo e che consolida il primato del palaGiarratana, imbattuto.

Buona la prestazione di Puma, come sempre freddo in regia e capace anche di sostenere la pressione polemica di qualche compagno di squadra e che ha innescato Boi e Dipasquale, questo uno dei migliori dei suoi capace di bombe sparate al di la della rete. Sempre afidabile capital Micieli che specie in battuta sa il fatto suo.

Serie C online?

Si delilnea quindi il percorso verso la promozione in C, di questa squadra che abbiamo raccontato nata quasi per caso e che invece si è sviluppata con un intensità e costanza notevoli. Battuto il Taba e l’Agira, i giarratanesi consolidano la posizione sul Modica, cugini/concorrenti, mantenendo tre punti di distacco. Lo scontro diretto, proprio contro il Modica, potrebbe mettere fine a quest’attesa di promozione che la città di Girratana, si aspetta.

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.