Ultras Modica 1932: ‘Siate seri ed i modicani torneranno allo stadio’.

Incontro tra Modica Calcio e Ultras. senza timori, alla società si è rinfacciato la propria fuga a Vittoria ed il disinteresse verso il gruppo. Ma l’obiettivo ora può essere comune per rilanciare la squadra. In vista un cambio di presidente?

.

MODICA – E’ stato un ‘incontro da bar’. Ma cosa meglio di un bar – in questo caso il Primafila a Modica – dove il calcio di tutta Italia è nato e cresciuto dando vita ai tanti ‘Bar Sport’?

E ad incontrarsi sono stati i ‘duri’ del grupo Ultras Modica 1932 e la dirigenza del Modica Calcio, incontro al quale ha partecipato un nutrito gruppo di tifosi.

.

Gli Ultras Modica dall'alto del "Caitina"
Gli Ultras Modica dall’alto del “Caitina”

.

All’ordine del giorno era un tentativo di ricucire lo strappo, lacero, tra la società ed il gruppo dei più fedeli tifosi. Un incontro aperto, senza dimenticare il passato, lo sgarbo con cui proprio gli ‘ultras’ sono stati trattati, la non presentazione della squadra alla città fino alla ‘buffonata dei manifesti’ con la dicitura “C.C Vittoria” (vedi).

La discussione deve essere stata, come si dice in questi casi ‘franca ed aperta‘ e secondo gli ultras la società ‘ha ammesso le proprie colpe‘. Ma soprattutto l’incontro è servito per ricostruire le fondamenta a questo Modica Calcio con l’aiuto e la partecipazione di tutti. ‘Si deve chiudere la stagione dignitosamente e ripartire con tutt’altra musica’, hanno detto gli ultras!

Sindaco chiamato in causa

Ora la palla passa a Palazzo San Domenico, che dovrà impegnarsi a facilitare la rinascita di questo Modica sul territorio modicano‘ dicono chiaramente gli Ultras.

Si è parlato esplicitamente degli alloggi per i calciatori di fuori sede – continuano gli Ultras – e dall’affiancamento di persone modicane a questa società per facilitare la compartecipazione delle aziende territoriali a questo progetto‘.

Una bella idea sarebbe coinvolgere direttamente i leader degli ultras modicani in questa gestione, dove potrebbero certamente portare nuove energie e capire, anche, le difficoltà gestionali viste dall’altra parte della barricata. E forse, qualche ex dirigente appoggiato dalla tifoseria, potrebbe essere disponibile.

Amministrazione in campo

Quindi sindaco Abbate ed assessore Floridia chiamati in campo. Anche perchè a loro si addebita l’aver richiamato i dirigenti a giocare a Modica dopo la fuga verso Acate e Vittoria. Duri e puri, gli ultras hanno sottolineato che ‘noi sinceramente non lo avremmo mai fatto‘.

La serata ha portato consiglio. La società non ha ancora rilasciato nessun comunificato ufficiale ma l’anima rosso/blu del calcio modicano, gli Ultras Modica 1932, pare siano stati piuttosto soddisfatti.

A fine serata – hanno detto – è stato dichiarato dai dirigenti che la loro intenzione è fare calcio a Modica e non altrove, e vista la terra bruciata che gli è stata fatta attorno sono disposti pure a cedere la presidenza. Serve programmazione e serietà – hanno concluso – e state sicuri che i Modicani torneranno allo stadio‘.

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.