SPORT OFF – Sfida sindacale: cioccolato soprattutto.

bloc 1

Sfida “sportiva” ai fornelli per 6 sindaci nostrani, da Modica e Scicli passando per Ispica, Avola, Rosolini e Noto. Vince il padrone di casa, il sindaco di Modica.

I 6-sindaci-6. Da sx (Noto), Rustico (Ispica), Calvo (Rosolini), Abbate (Modica), (Avola), Adamo (v.sindaco, Scicli)
I 6-sindaci-6. Da sx Bonfanti (Noto), Rustico (Ispica), Calvo (Rosolini), Abbate (Modica), Cannata (Avola), Adamo (v.sindaco, Scicli)

MODICA – Sei sindaci del Val di Noto si sono sfidati a suon di fornelli ed immancabile cioccolato. Nelle kermesse modicana del chocoModica i sindaci, alcuni in vero e proprio cappello da chef, altri impomatati in giacca e cravatta, hanno cercato di infilare a tutti i costi, il cioccolato modicano nelle ricette da loro presentate.

Una ardua impresa anche per gli ottimi chef che li accompagnavano che hanno dovuto far convivere spaghetti con “macco” di fagioli “casaruciari” (presidio slow food) con scaglia di cioccolato o spaghetti con base di peperoni con spruzzata di fave di cacao.

Insomma, una sorta di violenza culinaria da piegare alle esigenze di spettacolo e del cioccolato. Certo che invece di fare primi piatti potrebbero giocare a fare i pasticcieri: il cacao non dovrebbe per forza spolverarsi su spaghetti o maccheroni,

A giudicare i piatti, una giuria con un solo competente – lo chef Peppe Barone – e con poi l’attrice Marisa Laurito che ha ammesso di non avere mai assaggiato il cioccolato modicano a dimostrare che volendo si poteva invitare qualcun’altro. Accanto a lei anche Marcello Perracchio, professione attore e non assaggiatore. Una compassata di vip (sic), a quanto pare.

Molto più qualificato il livello dei tutor che hanno accompagnato i vari sindaci.

Le presentatrici: cioccolato al latte e cioccolato nero.
Le presentatrici: cioccolato al latte e cioccolato nero.

Lo chef David Tamburini, toscano di origine, premiato con una stella Michelin ed in servizio presso il ristorante “La Gazza Ladra” di Modica, è stato il tutor del sindaco di Modica, Ignazio Abbate;

lo chef Raffaele Turlà, del ristotante “Il Mercato” di Ispica, ha guidato il sindaco di Ispica, Piero Rustico;

lo chef Luciano Coletta di Avola ha indirizzato il sindaco di Avola, Luca Cannata;

lo chef Giuseppe Gugliotta a capo della cucina del “Pomodoro” di Scicli ha aiutato il vicesindaco di Scicli, Pino Adamo;

lo chef Ninni Radicini del “La Fattorie delle Due Torri” a Modica ha consigliato il sindaco di Rosolini, Corrado Calvo;

lo chef e pasticciere Corrado Assenza del “Caffè Sicilia” di Noto, ha fatto da tutor al sindaco di Noto, Corrado Bonfanti.

A vincere l’edizione speciale di “Mister Chef”, è stato – guarda caso – il padrone di casa, il sindaco di Modica Ignazio Abbate che su indicazione di chef Tamburini ha preparato dei buonissimi spaghetti con infusione di limone e finocchietto selvatico, abbinato al cedro e alle fave di cacao._

.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.