Sonora sconfitta per la Andrea Licitra Pallamano Ragusa

SERIE A2 | La Pallamano Ragusa, ‘scesa in campo senza testa’, perde contro la corazzata Aetna

Aetna Mascalucia 31 – Pallamano Ragusa 19

MASCALUCIA (CT) – Gara da dimenticare il prima possibile per l’Andrea Licitra Pallamano Ragusa che, nel campionato di Serie A2, è stata costretta a cedere malamente le armi sul campo dell’Aetna Mascalucia. Gli etnei, infatti, si sono imposti con l’eloquente risultato di 31-19.

A Mascalucia, il team allenato da Salvatore Russo, eccezion fatta per i primissimi minuti, non è mai stato in partita. Anche per tutta una serie di circostanze non da poco che hanno caratterizzato l’andamento del match. Problemi a una mano, nelle battute iniziali, per il terzino Paolo Criscione che poi non è stato possibile utilizzare successivamente. Mancavano il pivot Aprile e il portiere Schembari. Come se non bastasse, è stato comminato un rosso a Ficili. Ma, soprattutto, l’Andrea Licitra Pallamano Ragusa è ‘scesa in campo senza testa‘.

Non ci era mai capitato, nella nostra storia recente – sottolinea il presidente del sette ibleo, Giuseppe Girasa di perdere con uno scarto così consistente. La partita è cominciata male ed è finita ancora peggio. Non è questa, ovviamente, la squadra che conosciamo e che vogliamo. Dobbiamo subito ripartire con il piede giusto anche perché, adesso, il campionato ci offre un altro motivo di acceso confronto visto che sabato ospiteremo tra le mura amiche Il Giovinetto Marsala. E non vogliamo di certo continuare a fare brutta figura

Lo voglio considerare un incidente di percorso – sottolinea l’allenatore Russonon voglio neppure pensare a quello che è accaduto domenica pomeriggio in trasferta se non per cercare di evitare il ripetersi di una analoga situazione. E’ stato davvero tutto un disastro. Speriamo che, adesso, si abbia l’umiltà di resettare un po’ tutto e di pensare che in Serie A2 occorre affrontare ogni gara con la massima determinazione. In questo torneo non si scherza mica e ogni affondo degli avversari fa male. Così come è stato ampiamente dimostrato in occasione della partita contro l’Aetna Mascalucia. Siamo pronti a ripartire. E dobbiamo farlo con il piede giusto già in occasione della prossima partita casalinga. Mi aspetto che i ragazzi abbiano voglia di recuperare in maniera piena questo deludente passo falso

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.