Siria Cavallo indossa i guantoni per il Campionato Italiano ‘Youth’

Due giovani iblee in gara a Pisa per il campionati nazionali di boxe femminile. Debora Vacirca (Elite) e Siria Cavallo (Youth), difendono i ‘colori’ della provincia iblea

.

.

Siria Cavallo
Siria Cavallo

.

SCICLI – Partenza per Calambrone, zona balneare provincia di Pisa, per Siria Cavallo ed il papà e suo allenatore Giovanni, per partecipare al Campionato Italiano di boxe. Siria, al secondo anno di questo campionato, vuole rinverdire la vittoria dello scorso anno, quando arrivò prima. La giovane boxeuse sciclitana, 17 anni ad agosto, combatterà nella categoria Youth nei 48 chilogrammi incontrando le pari età e peso nelle gare di oggi, sabato 5 marzo. In questi campionati giovanili, il peso va dai ‘micro’ 37 kg ai ‘maxi’ +91.

Non sono al cento-per-cento – confessa Siria prima della partenza. Ho sofferto di uno stiramento muscolare al braccio sinistro e da un paio di mesi i miei allenamenti non sono intensi come dovrebbero essere. Ma di certo la ce metterò tutta per fare un ottimo risultato‘.

In effetti – interviente ilpapà/allenatore – questa sofferenza muscolare ci ha rallentati negli allenamenti. Per fortuna non c’è niente di complicato, come gli esami medici hanno indicato. Ma per un’atleta agonista non è certo il modo migliore di affrontare un campionato italiano. Io ho detto a Siria che non importa se vince o no, quello che è importante è che sul ring ce la metta tutta, per non doversi poi pentire una volta scesa dalle corde e dire <se avessi fatto questo, se avessi fatto quello>‘.

Le gare del campionato italiano sono organizzate dalla Fpi, la federazione pugilistica in collaborazione con il Salvemini Boxe Team di Livorno e si tengono dal 3 al 6 marzo in provincia di Pisa. Oltre a Siria, tra le Elite (categoria maggiore) nei 51kg, partecipa anche un’altra iblea, Debora Vacirca allenata dal maestro Emanuele Schininà. Debora ha combattuto ieri, 4 marzo, contro Selene Pierre, vincendo ai punti per 3-a-0 mentre nella prima giornata ha battuto, sempre 3-a-0 contro Paolina Delle Paoli.

Siria: dna da boxer

Siria pratica la boxe da un paio di anni, ottenendo risultati di prestigio in diversi incontri nazionali ed internazionali. Arrivare alla boxe, forse, è stato naturale avendo nel papà Giovanni un maestro di lunga esperienza che l’ha seguita nei suoi passi ed oggi anche titolare della avviatissima Boxe Evolution, palestra di pugilato a Scicli con oltre 50 iscritti.

.

Il maestro Giovanni Cavallo, in palestra, con parte degli allievi.
Il maestro Giovanni Cavallo, in palestra, con parte degli allievi.

.

Forse sono arrivata alla boxe per colpa di mio padre – dice Siriama continuare è una questione di volontà personale. Gli allenamenti, specie per gli agonisti, sono davvero impegnativi ed a volte anche pesanti. Ma questo a me non pesa, perchè è una mia scelta ed ho voglia di continuare‘.

Ci deve essere, comunque, qualcosa nel dna di questa famiglia, che ha stretti legami con la boxe. Perchè cugina di primo grado di Siria (figlia della sorella del papà di Siria) è Monica Floridia, anche lei supercampionessa del settore, con titoli nazionali ed internazionali in tasca ed oggi in forza al gruppo sportivo della Polizia di Stato.

In effetti gli allenamenti da agonista sono piuttosto intensi e giornalieri e comportano anche rinunce non comuni ai giorni d’oggi, specie tra i giovani. Come ci conferma Giulia, un’amica ‘Siria quando viene con noi la sera, non mangia la pizza, sta attenta ad aperitivi, snack e cose simili‘. Questo ovviamente perchè il peso è fondamentale per rientrare nella giusta categoria quando 100 gr in più potrebbero far salire alla categoria superiore trovandosi di fronte ad avversari ben più massicci.

Ma se questi ‘sacrifici’ possono sembrare eccessivi, è unanimemente riconosciuto che la boxe, la ‘noble art‘, riesce a dare una formazione mentale ed un atteggiamento assolutamente positivo e risolutivo nei confronti della vita di tutti i giorni, dove i ‘combattimenti’ sono continui.

*

AOB (Acronimo per Aiba Open Boxing) è la sigla nella quale l’International Boxing Association (AIBA) racchiude tutti quei tornei un tempo considerati per “Dilettanti” sia a livello nazionale che internazionale.

E’ pugile A.O.B. l’atleta che partecipa a pubbliche gare per puro spirito agonistico e non a scopo di lucro. Col tesseramento alla FPI gli atleti accettano  in ogni parte e ad ogni effetto lo Statuto e i Regolamenti della stessa. Essi si impegnano, altresì, se richiesti, a mettersi a disposizione della FPI e dei suoi Organi per la preparazione e l’effettuazione di gare di interesse federale a carattere regionale, interregionale, nazionale e internazionale, in Italia e all’estero. Nella categoria dei  pugili A.O.B. sono comprese le seguenti qualifiche: Schoolboy(uomini), Junior, Youth, Senior (uomini) ed Elite.

Le principali competizioni a livello Nazionale sono: 1) Campionati Italiani Elite Maschili 2) Campionati Italiani Elite Femminili 3) Campionati Italiani Youth Maschili 4) Campionati Italiani Junior Maschili 5) Campionati Italiani Schoolboy Maschili 6) Guanto d’Oro D’Italia Trofeo A. Garofalo 7) Guanto D’Oro Femminili 8) Campionati Italiani Universitari Categorie Elite Maschili e Femminili 9) Torneo Nazionale Italia Trofeo A. Mura Cat. SchoolBoy-Junior-Youth Maschili 10) Torneo Nazionale Esordienti Cat. Maschili Junior-Youth 11) Torneo Nazionale Femminile Junior-Youth. (fonte: fpi)

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.