‘Saranno Famosi’: tre giovani ragusani all’ultima fase per la rappresentativa regionale juniores

bloc 1

Trofeo delle Regioni juniores alle porte. E le selezioni per la rosa dei 20 convocati sono sempre più strette. A passare all’ultimo vaglio del tecnico Di Mauro, anche tre giovani ragusani

.

RAGUSA – Crescono e si fanno notare, giovani campioni iblei nell’impegnativo ed altamente competitivo mondo del calcio, dove centinaia e centinaia sono i praticanti ed altrettanti coloro che sperano nel ‘provino della vita’ per passare nei grandi club.

Si tratta di tre giovani giocatori che militano attualmente nei campionati di Eccellenza e Promozione. In particolare sono Alessandro Riela e Adriano Di Dio in forza al Città di Rosolini di Eccellenza e Alberto Anania del Ragusa 2014.

I tre giovani sono stati inseriti nella rappresentativi siciliana juniores che incontrerà in amichevole lo Sporting Trecastagni, squadra di Promozione del girone C. Ma non è una ‘semplice’ amichevole perché i 23 convocati sono, praticamente e sostanzialmente, sotto esame da parte del selezionatore, Di Mauro, per essere inseriti nell’elenco finale dei convocati che rappresenterà la Sicilia Juniores al Trofeo delle Regioni.

I ‘3A iblei‘ – Alessandro, Adriano e Alberto – sono in questo momento certamente tra la crème de la crème del calcio juniores siciliano, perché hanno superato successive selezioni dalle prime convocazioni di circa 400 giovani giocatori, fino ai 23 ultimi di questa fase. E non è ancora finita, perché prima della lista finale, almeno altri tre giovani saranno lasciati a casa per definire i 20 convocati tra le classi 1997 e 1998.

Percorsi nelle giovanili

Alessandro Riela, anno 1998, ha cominciato la propria carriera calcistica tra le fila dei Giovanissimi e Allievi del Per Scicli con mister Betto. Ha poi proseguito nel Modica Airone incontrando anche mister Di Martino e oggi è titolare nel Città di Rosolini di Eccellenza con il record di essere sceso in campo per tutte le partite fin’oggi disputate ed essersi meritato, spesso, applausi dal pubblico per la sue giocate pulite e intelligenti.

.

Alessandro Riela con la maglia del Città di Rosolini
Alessandro Riela con la maglia del Città di Rosolini

.

Percorso nelle giovanili anche per Adriano Di Dio, classe 1997, che è passato dalle fila del Pantanelli Siracusa. Anche Adriano gioca oggi tra le fila del Città di Rosolini di Eccellenza, per il secondo anno, dimostrandosi meritorio di quella maglia granata.

Dal Ragusa2014 viene invece Alberto Anania, classe 1998. Anche lui come Alessandro ha percorso un tratto nelle giovanili dell’Airone Modica sotto la guida di mister Tona e gioca adesso titolare nel ruolo di centro avanti nel ‘nuovo’ Ragusa Calcio

Impegno e Serietà

Non è stato facile per i tre ragazzi ragusani, e per tutti gli altri 20, arrivare a questa fase. Si è trattato di superare diversi ‘camp’ in cui alto era il numero di giovani atleti convocati. Via via si sono avute successive scremature in concentramenti fatti nella zona del palermitano, nell’area Agrigento/Caltanissetta e nell’area Ragusa/Siracusa/Messina/Catania fino agli elenchi di oggi.

Simile è la storia di tutti questi ragazzi, che dimostrano impegno e serietà, uniche virtù che nello sport, come mai in nessun altro campo della vita, pagano. Ed è l’unico viatico possibile per la grande carriera sportiva, come ci ha confermato in una intervista che ancora oggi è meta di centinaia di visite online, Michele Ferraris, responsabile delle giovanili del Milan Calcio.

Io vedo Alessandro che ha davvero preso seriamente questo sport – ci dice il papà, Peppe Riela, nome conosciuto nel mondo del calcio, già direttore sportivo del Per Scicli Calcio e che ora ha lasciato questi diversi impegni per essere più vicino al figlio nella sua crescita sportiva. La cosa evidente è il sabato sera quando, sapendo della partita l’indomani, rientra a casa presto e va a letto senza fare ore piccole. Non glielo dice nessuno e nessuno lo obbliga. E’ poi umile e non salta un allenamento dando il proprio importante contributo alla squadra’.

La selezione siciliana Juniores sarà quindi definita nelle prossime settimane. Già il 24 febbraio dopo l’incontro con il Trecastagni, il tecnico Di Mauro farà le proprie considerazioni in vista della lista finale per il Torneo delle Regioni. Che sarà verso il mese di Maggio, a campionati finiti, e che è una ottima vetrina per i giovani di qualità per la presenza di diversi osservatori delle squadre maggiori sempre alla ricerca del giovane campione da inserire nei propri ranghi._

Ti è piaciuto questo articolo?

One Response to "‘Saranno Famosi’: tre giovani ragusani all’ultima fase per la rappresentativa regionale juniores"

  1. Pingback: Triplete ibleo: Alessandro, Adriano e Alberto in rappresentativa siciliana juniores -

Leave a Reply

Your email address will not be published.