RUNNING – Domenica prossima la “Maratona alla Filippide”.

bloc 1

Domenica 11 Agosto tra “stelle cadenti” e levatacce antelucane, ritorna la Maratona “Alla Filippide” nel profondo Sud della Sicilia. “Solo” 42 km e 195 metri da correre “all’antica” e senza orpelli tecnologici. Spazio pure per gli atleti paralimpici delle Handy Bike._

Una foto d’archivio della Filippide.

testo elio sortino*

RAGUSA – E’ un’emulazione questa gara, un’emulazione del gesto dell’emerodromo Filippide. Ed è una tradizione che si rinnova la 2^ domenica di Agosto con la  Maratona più “anacronistica del mondo (copyright Elio Sortino, n d redazione) al secolo la Maratona “Alla Filippide”, quest’anno giunta alla sua sesta edizione.

42 Km e 195 metri da correre all’antica senza ausilio di orpelli tecnologici quali cronometri, cardio, GpS, cellulari, senza riferimenti chilometrici nel percorso, e con i ristori a casaccio, forniti solo di semplice acqua e frutta.

Il tutto per emulare al meglio il gesto di Filippide, che nel lontano 12 Agosto del 490 A.C., corse da Maratona ad Atene ad annunziare la vittoria dei greci sugli invasori persiani. Da quel gesto mitologico, prese spunto nel lontano 1896 il barone De Coubertin, per creare una “corsa di lunga lena” che esaltasse il gesto e la fatica dell’atleta solitario, nelle nascenti Olimpiadi moderne di Atene. Da allora nacque la maratona, a tutt’oggi la gara podistica più famosa al mondo.

La Maratona alla Filippide ragsuana è nata, quasi per scommessa esattamente l’8 agosto del 2008, in concomitanza dell’apertura le Olimpiadi di Pechino. Negli anni si è disputata con costanza, nel ragusano, e tale iniziativa podistica un pò “sui generis”, lo scorso ha chiuso il cerchio del suo quadriennio, disputando nuovamente la 42 Km “alla Filippide“, nella medesima giornata dell’apertura i Giochi Olimpici di Londra: il 27 luglio 2012.

Per l’edizione 2013, si ritorna al percorso con arrivo nella spiaggia di Punta Secca, dinanzi alla oramai celebre casa del Commissario Montalbano.

Dal punto di vista sportivo il “pronostico” vede sempre arridere ai primi due classificati del 2012, ovvero il “sudafricano di Toscana” Timothy Chaplin, vincitore a Kamarina l’anno scorso – e oramai uninnamoratissimo habitueeè della Filippide Siciliana – e il “battuto” del 2012, il siracusano Nello Failla.

La partenza 2012

Che però che dovranno stare attenti soprattutto all’ enfant du pay“, quel Cosimo Azzollini della “No al doping” di Ibla, dato in ottima forma e fortemente intanzionato a fare lo slam 2013 nelle Maratone Ragusane, dopo la vittoria alla Hybla Marathon dello scorso 13 Gennaio.

Della partita sarà anche Stefano Passarello, senese con passaporto di Hong-Kong, primo vincitore della “Filippide ragusana” nella giornata del celebre 08/08/08, che detiene ancora il record dell’iniziativa, con lo stratosferico tempo di 2h39’02”, crono non indifferente, considerando la grande difficoltà di correre senza riferimenti spazio-temporali e con ristori non proprio da 21° Secolo.

Per Passarello un piacevole ritorno tra i suggestivi percorsi della “Filippide” e quest’anno peraltro supportato pure dalla partecipazione dei genitori, entrambi maratoneti Master, che approfitteranno per farsi una lunga sgambata tra i “muretti a secco” dell’altopiano ibleo, in un bel clima da vacanze estive.

Il Percorso della “Filippide” si snoda tra l’Antica Stazione di Chiaramonte Gulfi e la Spiaggia di Punta Secca, passando tra i percorsi dell’Altopiano ragusano, le vie adiacenti il sontuoso Castello di Donnafugata.

Presenta un profilo altimetrico “molto favorevole” visto che per il 90% è in leggera discesa e quindi abbasatanza facile da affrontare.

Per gli appassionati iscrzioni possibili anche la mattina stessa al luogo di raduno dell’Antica Stazione di Chiaramonte Gulfi, ove avverrà la partenza al primo albeggio attorno alle ore 5.10, magari in tempo per catturare con lo sguardo le ultime “stelle cadenti” della celebre Notte di San Lorenzo.

Va segnalata pure la novità della presenza di alcuni atleti pralimpici in handy-bike, provenienti da diverse parti della Sicilia, dopo l’apprezzata partecipazione alla 4^Ragusa-Modica-Scicli dello scorso 21 luglio, che ora proveranno l’ebrezza di una 42 Km con partenza all’alba e percorso molto scorrevole.

Un’ultima curiosità va segnalata, ovvero che appena 4 giorni prima la disputa dell’anacronistica Maratona Ragusana, il 7 Agosto per la precisione, sarà finalmente a pieno regime il nuovo Aeroporto Civile di Comiso, praticamente a un “tiro di schioppo” dal suggestivo percorso di Maratona, con i primi “low-cost” tra Comiso e il Continente. Un’altra opportunita di crescita turistica per un territorio ch’è veramente splendido e non solo dal punto di vista della suggestività dei percorsi podistici.

Appuntamento quindi all’alba dell’11 Agosto 2013, con questa nuova avventura della “Filippide” 2013._

*ss ragusa

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.