RUNNING – A Comiso Azzolini in premio “Filippide”.

bloc 1

Come da preventivo”, a Cosimo Azzolini la edizione 2013 della Maratona alla Filippide. Prima delle signore, Marilisa Fiorino.

Il podio uomini

RAGUSA – Con 2 0re 44 minuti e 36 secondi, sigla la sesta edizione della “Maratona alla FilippideCosimo Azzollini atleta della ASD No al Doping di Ragusa Ibla aggiudicandosi la prova.

Lungo i 42 km e 195 metri che da Chiaramonte arrivano a Punta Secca davanti la casa di Montalbano, Azzolini ha dato prova di quella “prova di coraggio” che vede i podisti percorre questa distanza senza ausilio di ausili elettronici quali cronometri, cardio-frequenzimetri e senza la distanza kilometrica lungo il percorso.

Secondo al traguardo con 2 ore 50 minuti e 17 secondi debuttante in questa distanza il casmeneo Cristian Di Giorgi sempre della aspd No al Doping.

Al terzo posto Santo Monaco della Placeleum Palazzolo con appena 16 secondi di ritardo. Al 4° posto Pasquale Cardillo con 2 ore, 59 minuti e 13 secondi atleta tesserato Euro Atletica di Paderno Dugnano (MI). A seguire Francesco Giunta Francesco.

FEMMINILE Nel podio femminile Marilisa Fiorino si aggiudica il premio Parmenide. La Fiorino, tesserata con la Atletica Trieste è arrivata col tempo 3 ore 43 e 6 secondi. Secondo posto a Eleonora Suizzo 3 ore 56 minuti e 31 secondi. A seguire Elena Cifali, Atletica Sicilia con crono 4 ore 12 minuti e 11 secondi. Segue la tedesco/modicana Inge Hanck tesserata con la Modipa e chiude Ines Carnevale con quasi 5 ore di corsa.

Le signore all’arrivo felici e premiate

Il premio “Arkia Hyblea” per l’atleta più anziano va a Franco Cabrini col tempo di 4 ore e 31 min e 44 secondi.

Da menzionare il camminatore Giuseppe Di Martino che ha coperto la distanza praticando il fitwalking in 7 ore e 45 minuti 29 secondi.

Quest’anno la Maratona alla Filippide ha visto la partecipazione di atleti in handy bike, la bici azionata con la forza delle bracce. Ad aggiudicarsi la specialita, Salvo Campanella con 2 ore 40 minuti e 19 secondi, peraltro arrivato 4 minuti prima di Azzolini.

A fare gli onori di casa all’arrivo il sindaco di Santa Croce, Franca Iurato che ha accolto gli atleti apprezzandoli per la fatica impiegata e per il gesto atletico accogliendoli con un caloroso saluto.

“Un grazie infinito – dicono gli organizzatori – va al Comune di Chiaramonte Gulfi per l’ospitalità ricevuta, al gruppo Cives Infermiere Volontari col il loro presidente Giuseppe Occhipinti che ha garantido l’assistenza sanitaria ed ancora l’Iblea SOS con l’ausilio dell’ ambulanza”._

Salvo Campanella in handy bike: a lui il primo premio della specialità

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.