Pozzallo: stadio comunale in abbandono da quasi 10 anni

Il campo da gioco è sostanzialmente inagibile

POZZALLO – Situazione difficile per l’impiantistica sportiva della Città di Pozzallo, con uno stadio comunale ed un ‘palazzetto dello sport’ che sono, praticamente, chiusi da una decina di anni e non riescono ad uscire dalle secche della ‘manutenzione ordinaria’ per ritornare ad essere pienamente fruibili.

Tra i due, palazzetto e campo di calcio, ad essere messo molto peggio è quest’ultimo, in manutenzione dallo scorso agosto e che non riesce ad uscire da queste secche e tornare ad essere usufruibile. Il primo, il palazzetto è alla ‘canna del gas’.

Manutenzione ordinariamente difficile

Lo stadio comunale è davvero in pessime condizioni. Vandalizzato più volte, è diventato anche un ricettacolo notturno per, pare, immigrati: diversi sono i materassi trovati sparsi dentro spogliatoi e bagni ormai sostanzialmente inutilizzabili.

Tutto ciò ha portato alla chiusura dello stadio, prima solo al pubblico facendo giocare le squadre a ‘porte chiuse’. Poi ad una interdizione completa perchè le condizioni minime di sicurezza erano venute a mancare.

A cercare di mettere una pezza, l’amministrazione Ammatuna, in via di fine mandato (a Pozzallo si vota a Maggio), che magari dopo troppo tempo dimenticato, ha cercato nei mesi scorsi di trovare una soluzione.

E la soluzione è stato un progetto di circa 130.000€ (dopo il ribasso) per questa minima manutenzione civile che comprendesse anche la creazione di una rete divisoria tra le tifoserie, richiesta dalle norme di legge per ammettere il pubblico. Soldi trovati grazie a risparmi sui debiti della cassa depositi e prestiti più fondi propri comunali.

I lavori dovevano cominciare verso lo scorso maggio ma sono slittati su richiesta dei dirigenti delle squadre di calcio per permettere la fine del campionato. Poi, tra uno slittamento e l’altro, si è arrivati ad agosto con il via ai lavori. Qualche mese di interventi che invece si sono protratti ben oltre.

I bagni, pieni di muffa e ricettacolo di sbandati

Lavori infiniti

Ancora oggi, però, il campo è lungi dall’essere agibile. Nell’ottimismo degli amministratori, il tutto doveva essere di poche settimane. Poi ci si è messo il maltempo, qualche ritardo nel saldo delle fatture oggi pare appianati e, da ultimo, anche una ulteriore vandalizzazione dei bagni a cui l’assessore ai lavori pubblici Ammatuna ha dovuto far fronte con altri 15.000€ trovati tra le pieghe dei fondi comunali.

A detta dei dirigenti sportivi che fremono per vedere il tutto finito, i lavori proseguano piuttosto a rilento e dopo mesi di badili, picconi e qualche operaio, il campo di calcio è totalmente inagibile, le recinzioni ancora da completare, i bagni da iniziare.

Nel frattempo, le società di calcio che avrebbero la loro ‘casa‘ in questo stadio, sono costrette a cercare ospitalità altrove, senza anche quel poco pubblico a supporto e pagando cifre onerose per gli affitti dei vari campi comunali ‘stranieri’. Un calvario che fa chiedere ai vari presidenti una sistemazione come sia-sia, anche per giocare a porte chiuse: basta che non si sia costretti a fare gli zingari in giro per le città.

Una situazione che sta esasperando gli animi con una ipotesi ventilata dai dirigenti delle società sportive di una manifestazione pubblica per sottolineare l’abbandono dello sport da parte dell’amministrazione comunale.

Stadio aperto al pubblico?

I lavori, adesso, potrebbero finire nel giro di pochi giorni. Poi il problema serio sarà quello di mettersi in condizione di avere tutte le carte in regola per la Commissione Pubblici Spettacoli per il rilascio del nulla-osta all’accesso del pubblico.

Sappiamo già che è più facile un diniego che un parere favorevole, perchè ci sarà sempre quella virgola in quella norma che non è rispettata e che blocca tutto.

‘Io però voglio fare questo atto verso la città – dice l’assessore Ammatuna. Io voglio rendere usufruibile il campo non solo per le squadre ma anche per tutta la cittadinanza. Anche per avere l’orgoglio di dire che questa amministrazione ha, dopo 10 anni, riaperto lo stadio comunale‘._

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.