PODISMO – La Hybla Marathon alla Calabria con Sestito.

bloc 1

Stefano Sestito, calabrese, vince la Hybla Marathon 2014. Secondo posto per Azzollini seguito da Taranto. Tra le donne prima Rosa Schembri.

.

1-hybla marathon 2014_2

,

RAGUSA – Ha 21 anni, arriva da Soverato, ha cominciato a correre tre anni fa per dimagrire e dedica il primo successo importante della sua carriera alla fidanzata Rosalba. Sono i segni particolari del vincitore dell’undicesima edizione dell’Hybla Barocco Marathon che è stata corsa questa mattina a Ragusa.

Stefano Sestito ha coperto il tradizionale tracciato di 42 chilometri e 195 metri in 2 h 44’ 47” distanziando di 42” il secondo classificato, Comiso Azzollini (Asd No al doping e alla droga di Ragusa), che aveva vinto la scorsa edizione. Un bel testa a testa che nel finale è stato risolto dal giovane calabro.

Terzo posto assoluto per Enzo Taranto (Asd No al doping e alla droga) al traguardo con un distacco dal primo di 4’24”.

Un bel percorso, devo fare i complimenti agli organizzatori – ha detto il vincitore all’arrivo – il tratto collinare ha messo a dura prova la tenuta di tutti ma dal centro storico di Ragusa superiore sino a Ibla è stata tutta in discesa e ciò ci ha messo nella condizione di ammirare lo spettacolo monumentale che ci si parava innanzi. Uno scenario stupendo”.

A Sestito è stato consegnato, dalla zia Chiara, anche il premio “Emiliano Ottaviano” dedicato alla memoria dell’indimenticato dirigente sportivo scomparso prematuramente nel 2008.

I numeri – Un centinaio i partecipanti alla maratona, oltre trecento i concorrenti della StraRagusa, la mezza maratona di 21,097 km. Una quarantina, poi, coloro che hanno preso parte alla prova di Fitwalking e altrettanti quelli per la non competitiva, la Family Run di tre chilometri, che si è tenuta da piazza San Giovanni sino a piazza Pola, a Ibla, dove è stato posto il traguardo.

Alla manifestazione hanno partecipato anche alcuni immigrati ospitati presso il centro di identificazione di Pozzallo.

1-hybla marathon 2014

Classifica – Per quanto riguarda la classifica della maratona, tra le donne primo posto assoluto per Rosa Schembri dell’Asd Bikila Favara (3 h 35’32”), secondo per Marilisa Fiorino dell’Asd Atletica Sicilia e terzo per Gabriela Chebac della Podistica Jonia Giarre.

Nella mezza maratona successo per Giorgio Mirabella dell’Atletica Padua Ragusa (che ha corso in 1 h 13’40”), seguito da Filippo Porto del Gs La Volata (distanziato di 1’03”) e da Massimo Canzonieri dell’Atletica Padua Ragusa (con un distacco di 1’22”).

Per la mezza maratona donne, invece, a vincere è stata Paola Zaghi del Gs Zeloforamagno (con il tempo di 1 h 28’ 26”) seguita da Marta Cortese dell’Asd Truck club master di Caltanissetta e da Daniela Ruta della Libertas Running Modica.

Per quanto riguarda l’handbike primo posto per Salvo Campanella dell’Asd Vento in faccia con il tempo di 1 h 45’50” (era lo stesso tracciato della mezza maratona).

Infine, nella Fitwalking maschile primo posto per Salvatore Gravè dell’associazione Amunì (2 h 36’ 45”) seguito da Giorgio Cascone (Quattro passi) e da Luigi Turco (Amunì).

Tra le donne, prima arrivata Sandra Iacono (Amunì) in 2 h 36’ 44”, seconda Gianna Di Martino (Amunì), terza Lucia Iacono.

Nel finale la possibilità, per i partecipanti, di rifocillarsi grazie ai prodotti tipici messi a disposizione da Coldiretti.

L’Hybla Barocco Marathon, che è stata sostenuta, tra gli altri, anche dall’Upla Claai, ha chiuso dimostrando, ancora una volta, di essere un evento che, pur tra mille difficoltà di carattere economico per i disagi concreti in cui versano gli enti locali territoriali che, un tempo, erano i primi sponsor della manifestazione, può ambire a raggiungere traguardi di grande spessore in un prossimo futuro, come hanno avuto modo di sottolineare gli organizzatori Sebastiano La Mesa dell’associazione Sicily is one e Guglielmo Causarano ed Elio Sortino dell’associazione No al doping.

L’appuntamento è stato rinnovato per l’edizione numero 12 che si correrà nel gennaio 2015._

 .

Hybla Barocco Marathon edizione 2014 – classifiche

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.