PODISMO – Ironman crescono a Ragusa.

bloc 1

Nuovo primo posto per Azzolini che vince la ultramarathon di 50km e chiude un 2013 di “faticosi” successi per lui e le sue scarpette.

.

Cosimo Azzolini (con la barba) premiato
Cosimo Azzolini (con la barba) premiato

.

di elio sortino*

RAGUSA – Cosimo Azzollini della No al doping di Ragusa trionfa a Puntarazzi nella Skampagnata Ultra-Marathon di 50 Km, prova clou che ha fatto da chiusura alla 2 Giorni di Solidarietà a Ragusa, col Movimento Fisico e la Socialità come fulcro principale dell’iniziativa.

La ultramaraton, roba da seri e preparati atleti, è stata la finale delle manifestazioni i è cominciato sabato 21, con la Passeggiata della Solidarietà, rivolta soprattutto alle Scuole di 1° grado e ai vari giovani.

Domenica 22, invece la full-immersion ha riguardato un’altra peculiarità importante del territorio ragusano dello splendido altopiano circostante al capoluogo ibleo. Una competizione per podisti e camminatori, che si avventuravano nei suggestivi percorsi adiacenti alla simpatica frazione di Puntarazzi (nella parte Sud di Ragusa) con chilometraggi via-via diversi a secondo del grado di difficoltà scelto.

La prova clou ovviamente era la ultra maraton di 50 Km alla sua 3^edizione  – 55^ e ultima Prova del Calendario IUTA 2013 e valida anche come prova del Campionato Regionale Csain di specialità.

Il successo ha arriso al forte stakanovista della No al doping Ragusa Ibla, ovvero Cosimo Azzollini che ha chiuso la sua fatica nel tempo totale di 3h55’24”, tempo di tutto rispetto, considerando le difficolta altimetriche ed anche eoliche, visto che per tutta la giornata ha imperversato un fastidioso vento, contrario alla marcia dei maratoneti.

Al secondo posto un irriducibile Santo Monaco della Placeolum Palazzolo Acreide, che nonostante i vistosi problemi fisici del finale (dovuti a dolori al fianco) ha chiuso i suoi 50 Km nel tempo di 4h04’18”.

A completare il podio un’altro podista della No al Doping, con Massimo Ferlanti, anche lui un pò claudicante nel finale, chiuso col crono di 4h17’43”.

1-unnamed

A seguire un “esordiente” nelle prove Ultra, il comisano Salvatore Giaccone, pure lui del team No doping Ibla, ottimamente al traguardo in 4h22’55”, precedendo di una manciata di minuti un sempreverde Michele D’Errico della Pol. Marsala Doc, grande specialista delle Ultra, che ha chiuso i 50 Km di Puntarazzi nel tempo di 4h25’30”

Al 6° posto un altro podista della provincia di Trapani, con Vincenzo Pecunia (Atletica Mazara) al traguardo in 4h53’31”.

Tra le donne vittoria – neanche a dirlo – per la teutonica-modicana Inge Hack della Modipa che, reduce dalle fatiche della “24 Ore del Sole” dello scorso 28 Novembre, ha preferito impostare un ritmo più blando, concludendo al traguardo (tagliato mano nella mano con Amalchide Occhipinti della No al doping) nel tempo di 5h48’33”. Per Amalchide (alla sua seconda 50 km in carriera) la soddisfazione di aver migliorato il “personale” sulla distanza di oltre 6 minuti.

Per Cosimo Azzolini, il vincitore, un 2013 da incorniciare, specie nelle distanze da 21 Km in su, iniziato il 13 Gennaio con la vittoria alla Maratona di Ragusa e proseguito nei mesi di Luglio/Agosto coi successi nella suggestiva “Ragusa- Modica- Scicli” di 24 Km, ed ancora col memorial Lutz Long di Santo Pietro del 14 luglio, per finire con la perla della 6^ Maratona “Alla Filippide” vinta a suon di personale in 2h e 44 minuti e 36 secondi.

Ora questa 50 Km in proiezione futura, sia come preparazione alla “100 Km del Passatore” del 2014, che per la Hybla-Marathon 2014, dove ci sarà soprattutto da onorare il “Pettorale N.1”, da portare al traguardo, per il buon Cosimo, nel miglior modo possibile.

La Maratona classica – Oltre alla distanza dei 50 Km, la Skampagnata ha previsto anche traguardi intermedi per dare spazio un pò a tutti.

Nella canonica “distanza di Filippide” dei 42,195 Km (la maratona classica) il migliore è stato il comisano Cristian De Giorgi della No al doping di Ibla chiudendo in 3h18’06”, davanti ad un ottimo Corrado Guerrieri della Placeolum di Palazzolo Acreide, al traguardo nel tempo di 3h34’08”, quindi Giuseppe Cannatà dell’Atletica Gioia Tauro col tempo di 4h14’51”, precedendo quasi in volata Luciano Carrubba del Track Club Master di Caltanissetta (4h14’56”), quindi Aldo Cannatà pure lui Atletica Gioia Tauro ( 4h24’20”). Poi Salvatore Arcadipane (Track Club Caltanissetta) 4h46’46”.

Altra prova di corsa prevista la Skampagnata Running di 12 Km, con lo start dato alle 10.30, e qui va segnalata la prova di Maurzio La Carrubba della Barocco Running RG, 1° al traguardo in 49’26”, davanti a Giuseppe Terranova del Cus Torino (55’34”), Mauro Guastella (No al doping Ibla) (56’42”), Giovanni Sciortino (Barocco Running Ragusa) in 58’22”, 5° Giorgio Platania (Barocco Running Ragusa) (58’28”).

Tra le donne Rosalia Venezia (Barocco Running) 1h27’43”.

I 32 kilometri Altro chilometraggio previsto i 32 km, soprattutto per il folto gruppo di camminatori, fitwalking e nordic-walking che animano sempre le prove a sigla Csain e No doping. Ma c’è stato anche chi ha fatto i 32 km di corsa come Andrea Ragusa della No doping Ibla al traguardo in 2h37’54”, mentre tra i camminatori, i più rapidi sono stati Luigi Turco di 4 Passi in Compagnia e Giuseppe Di Martino del Gruppo Amunì di Ragusa al traguardo in 5h01’07”, mentre Luciano Matera concludeva la sua scarpinata in 5h22’35”.

Poi via-via gli altri, che magari si fermavano a distanze intermedie, sempre previste nel lungo e complesso programma della Skampagnata, forse l’unico evento podistico ragusano che non interessa nessun centro abitato.

.

Ultra Maratone e Sicilia Questa Skampagnata Ultra Marathon del 22 Dicembre per certi versi è l’unica Ultra-Maratona disputata su strada in Sicilia nel 2013 (la “24 Ore del Sole” e la 6 ore Clarentina si son svolte “su pista”) è ciò non va certo ad esser appuntato come record, perche purtroppo denota la crisi delle Ultra-Maratone in Sicila.

Fa piangere il cuore, sapendo oltretutto della incredibile spettacolarità che i tracciati siciliani riescon a dare ma purtroppo superata la barriera dei 21,097 Km è come se le altre distanze fossero tabù in Trinacria.

Speriamo che nel 2014 vi sia un risveglio anche delle Ultra-Maratone in Sicilia e da questo punto di vista la “No al doping” proseguirà la propria opera certosinamente con in programma 3 Ultra nel secondo semestre dell’anno che varieranno dal distanze sugli 80 e 100 Km.

Per l’immediato invece, si passerà dalla distanza più lunga organizzata nel 2013, la 50 Km appunto alla distanza più corta, il “miglio di 1609 metri“. Infatti domenica 29 Dicembre, si prevede la chiusura della stagione podistica a firma Csain e No doping, con la “Passerella natalizia finale” del Miglio Città di Ragusa (alla sua 1^ edizione), con un tracciato velocissmo che intereserà il cuore del centro storico superiore. Appuntamento quindi a Domenica 29 dalle ore 9.30 con raduno al Bar dello Stadio di Via Archimede.

 [* ss ragusa]

Ti è piaciuto questo articolo?

One Response to "PODISMO – Ironman crescono a Ragusa."

  1. Pingback: PODISMO - Le classifiche del "Miglio" e della "Skampagnata". |

Leave a Reply

Your email address will not be published.