Pino Ciccarella nominato consigliere regionale LND/FIGC

bloc 1
Il presidente della delegazione Fgc di Ragusa, Pino Cicciarella
Pino Cicciarella, già delegato della LND/FIGC a Ragusa, adesso nominato consigliere regionale della Lega.

RAGUSA – Nuovo prestigioso incarico per Pino Cicciarella, già delegato LND – Lega Nazionale Dilettanti – FIGC per la provincia di Ragusa. Nella riunione di Caltanissetta, Cicciarella è stato nominato eletto consigliere regionale presso il Consiglio di Lega a Palermo.

Un incarico importante che permetterà alla provincia di Ragusa di avere antenne attente agli accadimenti regionali e che coinvolgono il calcio isolano.

Cicciarella, che sarà uno dei 9 consiglieri regionali, pur dopo la cessazione dalla carica di delegato LND per Ragusa, non era comunque uscito dal mondo del calcio perchè era stato nominato delegato regionale per le attività amatoriali con il compito di legare il mondo dei circuiti amatoriali con quelli più formali della Lega.

Carriera sportiva di lungo corso

Lunga la presenza di Cicciarella nel mondo dello sport e più specificamente nel calcio, probabilmente la carriera più lunga nel ragusano e una delle più longeve forse nell’intera Sicilia. E’ stato medaglia oro, argento e bronzo per merito sportivo rilasciata dal Coni nazionale; benemerenza LND, benemerenza Aia (associazione arbitri). E’ stato per 10 anni presidente dell’Aia e poi per 25 anni prima presidente e poi delegato della Lega a Ragusa. Oggi corona questa lunga presenza sportiva con l’incarico di consigliere che affianca, appunto, a quello di responsabile regionale del calcio amatoriale.

In ambito Lega, Cicciarella rappresenterà le provincie di Ragusa e Siracusa e le specifiche competenze a lui destinate saranno oggetto di una apposita riunione indetta per giorno 15 dicembre prossimi presso la sede centrale siciliana di Ficarazzi (PA)

Nuovi incarichi tra conferme e nuovi nomi

La nomina di Cicciarella è legata al rinnovo della cariche della galassia delle federazioni appartenenti al Coni e che si ripropone ad ogni quadriennio olimpico.

Accanto alla nomina ex novo dell’ex delegato ragusano, diverse le riconferme tra cui l’ing. Santino Lo Presti a capo del calcio siciliano e la proposta di designazione di Sandro Morgana a vice presidente nazionale. Di livello in livello, si arriverà fino a quello primario, la elezione del presidente nazionale.

Sul nome del successore di Tavecchio, la gara è apertissima. Vi rimandiamo ad pezzo su Il Fatto Quotidiano dove sono raccontate le grandi manovre del calcio italiano alle prese con le elezioni delle cariche federali per il prossimo quadriennio.

Tra i nomi che fa il Fatto per la successione a Tavecchio (in questo articolo datato 26 ottobre 2016) ed a tutto il sistema di gestione del calcio italiano, manca però quello di Cosimo Sibilia, senatore di Forza Italia, figlio dell’ex presidente dell’Avellino, esperienza nel calcio ‘burocratico’ (è, es, commissario straordinario LND.FIGC Campania) e che pare entrato in corsa per la carica di presidente della lega dilettanti. Le elezioni saranno nei primi mesi del 2017.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.