New Modica Calcio e Frigintini non si fondono, per colpa del ‘nome’

bloc 1
Se ci fosse "u zu Pietru", che direbbe?
Se ci fosse “u zu Pietru”, che direbbe?

MODICA/FRIGINTINI – Un matrimonio che non s’ha da fare. Per un motivo che forse, a prima vista può sembrare quasi stupido: come chiamare il bambino che nascerà?

Eppure, alla fine dei giochi – e della partita – pare che proprio questa sia la vexata questio, il problema fondamentale che ha fatto interrompere le trattative e le discussioni sulla eventuale fusione tra il New Modica Calcio e il Frigintini Calcio: come chiamare la squadra che dalla fusione sarebbe nata?

Si potrebbe immaginare che la questione potesse essere chi fa il presidente, chi il vice, chi il mister. Invece, mentre su questi aspetti anche sostanziali e di ‘potere’ pare che ci fosse una bozza di accordo, su quale nome dare all’anagrafe calcistica ci si è fermati.

Carpentieri e Colombo: promessi non sposi

Due sul tavolo le ipotesi di battesimo: Modica Calcio o Modica/Frigintini Calcio. Questi i due nomi che sono circolati ma che si sono scontrati con punti di vista diametralmente opposti.

Dal lato Modica Città, il presidente del New Modica Calcio, Mommo Carpentieri, in onore della città, della storia della maglia rosso/blu che data al 1932 (quando ancora Frigintini era comune di Noto), per la sua stessa storia personale che lo ha visto centravanti del Modica per una decina di anni dal 1989 a 2001, tra Eccellenza, Promozione e Serie D e 93 gol in carriera e per la richiesta molto esplicita del gruppo Ultras Modica 1932, ha chiesto che il nome dovesse essere appunto Modica Calcio.

Dall’altra parte, il presidente Colombo del Frigintini Calcio si è fatto portavoce del proprio gruppo dirigente che in virtù di 20 anni ininterrotti di storia del calcio della frazione modicana, ha richiesto che il nome Frigintini non scomparisse dalla scritta ufficiale. “D’altra parte – dicono dalla dirigenza del Frigintini – se vogliamo pensarci, ci iscriviamo con la matricola del Frigintini, con la categoria (la Prima, nrd) del Frigintini. Non ci sembra giusto scomparire così”.

Incontri in sequenza

Gli incontri che si sono ripetuti – alla fine 3 più un 4^ tentativo di un ‘pacere’ terzo che si è ‘messo nel mezzo’ – non sono riusciti a dipanare la matassa. Già nel primo caffè tra Colombo e Carpentieri la questione del nome era emersa.

Ma ha preso forza quando nella seconda riunione il 16 luglio scorso alle 10.00 di mattina – prima ufficiale alla presenza del Sindaco di Modica, Abbate – quando i rappresentanti degli Ultras presenti hanno, con la tipica ‘dialettica ultras’, dato l’aut-aut: o la squadra di chiama Modica Calcio o noi non veniamo allo stadio. Su questa posizione si è trovato d’accordo il presidente Carpentieri che su una rinascita del Modica Calcio aveva già dato anima e corpo sportivo: la Modicanese è diventata New Modica Calcio (e tra poco perderà pure il ‘New’) e su questa traccia si pensava si potessero riunire le tre squadre modicane: ex Modicanese appunto, il Frigintini ed il Marina di Modica, questa forse sulla via della scomparsa.

L’aut-aut non ha trovato una sponda disponibile. E su questa fase le parti si sono aggiornate per le rispettive analisi.

Il successivo incontro, quello del 19 luglio scorso, alle 20 presso la sala Spadaro del comune, non ha avuto esiti migliori. Assente il sindaco per impegni istituzionali, da parte del Frigintini è venuta la richiesta, netta e chiara, di non cancellare il nome dallo scudo.

Su questa base, la trattativa si è praticamente interrotta ed ognuno si è sentito libero di andare per la propria strada. Tanto è vero che il presidente Carpentieri non ha perso tempo è si è lanciato sul mercato con i primi tre acquisti.

Proprio ieri sera, un tentativo in extremis da parte di un imprenditore modicano che ha cercato di ricucire lo strappo contattando sia il presidente Colombo che il presidente Carpentieri. Ma neanche lui, magari avvezzo a complicate trattative nel suo lavoro, è riuscito a dipanare la matassa del nome: Modica Calcio o Modica/Frigintini Calcio?

L’Italia dei campanili

Le parti in causa mantengono la propria, legittima, posizione. ‘L’idea di avere il Modica Calcio – dice il presidente Carpentieriè dovuta alla intera città di Modica. Se posso dirlo, è evidente nell’aria che il nome più accettato dalla popolazione sarebbe Modica Calcio. Ed io ero disposto a fare tutti i passi necessari affinché la fusione delle due squadre potesse essere fatta. Non ci sono imposizioni, gabelle o sotterfugi: tutto trasparente come io voglio sempre fare. Solo il nome, per quello che ho detto prima, ha motivo di essere mantenuto‘.

Dal Frigintini, con lo stesso orgoglio e sincerità, la musica è all’opposto. ‘Siamo stati disposti a parlare di questa soluzione – dice il presidente del sodalizio Colomboma non ci sentiamo di abbandonare un nome che non ci ha mai abbandonato. Diverse squadre modicane nel tempo sono scomparse. Il Frigintini è sempre presente da 20 anni. E poi non comanda solo il presidente Colombo: qui è tutto il direttivo che ha deciso in tal senso‘.

.

Gli Ultras Modica dall'alto del "Caitina"
Gli Ultras Modica dall’alto del “Caitina”

.

Mentalità Ultras

Una parte importante di questo tavolo di trattativa, sono stati i ragazzi del gruppo Ultras Modica 1932. Per chi non li conosce, possono sembrare dei ‘folli’: come si fa a stare attaccati ad una ‘maglia’ che diventa feticcio? Già è difficile immaginare di persone ‘fedeli’ a maglie blasonate (es Juve, Toro Milan), figuriamoci per una squadra che è, sostanzialmente, scomparsa. Eppure verso il Modica Calcio v.1932 sono dei guardiani attenti, custodi della memoria ed a cui dedicano il loro tempo. Se qualcuno può andare sopra le righe e beccarsi un opportuno Daspo (divieto di accedere agli stadi), in linea di massima sono ragazzi che si alzano la mattina presto per andare a lavorare e ‘perdono’ il loro tempo libero a riunirsi, per organizzare i cori, il tifo, le bandiere, le coreografie. Per capirne la mentalità, occorre farne parte.

Di certo per il proprio ruolo di ‘Ultras’ sono inclini a tutto tranne che alle trattative. Ma per questo non ci sentiamo di giustificare l’attacco su FB portato avanti contro il nostro collega Giovanni Calabrese del quotidiano La Sicilia che ha scritto di questi fatti e si è attirato commenti poco lusinghieri da parte del gruppo Ultras.

Come finirà?

Pare che tutto sia finito. I presidenti Carpentieri e Colombo si augurano a vicenda un buon campionato. Se il Modica Calcio tenterà la strada del ripescaggio in Prima categoria, ci sarà un derby cittadino che su queste note, sarà ‘elettrico’.

Una possibile soluzione, che avanziamo per attirarci anche noi gli strali di qualche parte, è che la squadra sia chiami Modica Calcio, la presidenza vada al Frigintini con vice al Modica e che le energie di una ottima scuola calcio, vivaio del Modica per gli anni a venire, sia affidata alle cure del Frigintini che potrebbe rimettere in campo il nome con un campionato minore.

In tal modo la città avrebbe il suo nome (e la città è, con buona pace di tutti, Modica) ed il Frigintini avrebbe riconosciuta la propria solidità societaria, la serietà e la qualità della gestione.

Ma scrivere dietro una tastiera di pc, lo sappiamo, è facile.

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.