Nel C5 femminile, pareggio per il Bruffalori e vittoria della Virtus Ragusa sull’Atletico Scicli

bloc 1

Donne in campo per la seconda giornata del C5 femminile. Lotta dura e pareggio onesto tra Bruffalori e Aquile Calatine. Vittoria per 8-a-0 per le ragusane della Virtus Ragusa contro le sciclitane dell’Atletico Scicli

Bruffalori 3 – Aquile Calatine 3


Atletico Scicli 0 – Virtus Ragusa 8

.

Bruffalori vss Aquile Calatine. Qui il capitano del Bruffalori, Mariella Arena, in attacco
Bruffalori vss Aquile Calatine. Qui il capitano del Bruffalori, Mariella Arena, in attacco contrastata da Vanessa Salonia (clicca per ingrandire)

.

SCICLI – Primi incontri casalinghi per il calcio femminile ibleo C5, il cui campionato è cominciato da due giornate. A scendere in campo il Bruffalori Scicli contro le Aquile Calatine e, ieri martedi, l’Atletico Scicli contro la Virtus Ragusa, incontri giocati tutt’e due a Scicli.

Quasi un debutto per il campionato provinciale di C5 con 5 squadre iscritte e incontri intensi, in quei 30 minuti per tempo che, nelle ultime frazioni di gioco, forse sembrano eccessivi. Ma che comunque vengono giocati senza pause dalle ragazze del C5.

Bruffalori pareggia con le Aquile

Tra Bruffalori e Aquile, il risultato finale di 3-a-3 fa giustizia di due team che hanno dato l’anima, specialmente giocando sotto un sole cocente. A sorpresa, in vantaggio passano, per 2-a-0, le padrone di casa del Bruffalori che con Alfieri al 10 ed al 12 mette dentro due gol che lasciano sbigottite le avversarie calatine. Un uno-due che non si aspettavano. E forse non se lo aspettavano neanche le sciclitane che, gongolanti per il successo, hanno cominiciato ad abbassare la guardia ed a far disperare il mister, Alessandro Epiro, che da bordo campo cercava di far mantenere il giusto assetto in campo.

Il recupero delle Aquile, allenate da Longo e Malandrino, riparte nella parte finale del primo tempo quando al 18° prima Salonia mette a rete sfruttando una profonda incertezza della difesa sciclitana per il 2-a-1 e, subito dopo al 20°, porta in parità Scivoletto (2-a-2).

Riportato il pareggio, le cose sembrano riandare per il verso giusto e le squadre rimettono in campo un certo ordine ed un accenno di schemi. Il sole intanto stava facendo la sua parte ‘cuocendo‘ a circa 22° gradi.

Nel secondo tempo, braccia alzate ed emozione per la vittoria ancora per il Bruffalori che al 25° spera di concludere vittoriosa l’incontro con un gol di Sessa che porta lo score a 3-a-2. Ma è questione di qualche minuto, il tempo di rimettere la palla in campo ed al 27° il pareggio, diciamolo tutto meritato, delle calatine che con Russo vanno al 3-a-3.

Una menzione va fatta per la giovanissima portiere del Bruffalori, Marta Magro che non ha lesinato interventi anche impegnativi, non ha dimostrato paura nell’andare a togliere dai piedi la palla alle avversarie e, certamente, ha evitato che il Bruffalori oggi non potesse vantare un pareggio. Marta, classe 2000, è nella ‘scuderia’ di Tiziana Maggio, il patron del Bruffalori da quando aveva praticamente 3 anni e si è sempre allenata nel ruolo di portiere. Dopo una pausa forzata per un incidente, ha adesso ripreso il suo ruolo e si vede che la stoffa dell’estremo difensore, per attenzione, coraggio e visione di gioco. Con altro allenamento e mettendo dentro un po’ di agilità in più, potrebbe certamente ambire anche a serie superiori.

.

Marta Magro, ottimo portiere nella partita di oggi
Marta Magro, ottimo portiere nella partita di oggi

.

Ad arbitare l’incontro il signor Alessandro Cicciarella della sez di Ragusa che ha avuto vita facile, ma non è scappato a qualche contestazione in campo da parte della agguerrite ragazze

Una buona partita – dice il mister dello Scicli, Epiro – anche perchè siamo al debutto e queste sono le prime partite. E di fronte avevamo un’ottima squadra‘.

PhotoAlbum Google+

.

Atletico Scicli (0) vs Virtus Ragusa (8)

Punteggio del tutto differente nella notturna di martedi sera, ieri, con le padrone di casa dell’Atletico Scicli che hanno ospitato nel campo all’aperto del liceo scientifico le pari grado della Virtus Ragusa. Il divario di tecnica è ancora evidente, ma si deve considerare che la Virtus è legata ad una squadra di C femminile ed ha una storia di calcio alle spalle; l’Altetico è nato un paio di mesi fa e quello che più conta adesso è la grande volontà della ragazze di entrare in scarpette e pantaloncini in campo. Pur se come mister hanno una accoppiata di super esperti del settore come Giannì e Re, che però non sono ancora attrezzati per i ‘miracoli’.

.

Atletico Scicli vs Virtus Ragusa<
Atletico Scicli vs Virtus Ragusa

.

La partita, arbitrata dal signor Andrea Burletti della sez di Ragusa, ha visto la sconfitta stata netta, 0-a-8 dello Scicli, con le ragusane molto più concrete nello scendere a rete e cercarsi in campo a fronte delle ‘gabbianelle’ ancora con la sindrome del ‘devo dare un calcio al pallone, sia come sia‘, che ovviamente non permette di costruire discese a rete degne di questo nome. Qualcuna dimostra, peraltro, un approccio più ragionato in campo ma è il collettivo che ancora deve crescere, sia come individualità che come gruppo.

A fine partita, sarcastica ma simpatica la battuta di un esperto del settore, presente tra il davvero numeroso pubblico che ha assistito all’incontro: ‘Stanno migliorando (le sciclitane, ndr): nella prima partita hanno preso 10 gol, in questa solo 8!’. Ma non diremo il nome di chi è, per salvargli.. la vita 🙂

PhotoAlbum Google+

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.