La Primavera Acatese batte l’Atletico. Che rischia i play out

bloc 1

Dopo un pareggio incoraggiante, al 90° un rigore condanna l’Atletico Scicli. 

Primavera Acatese 2 – Atletico Scicli 1

Donzella, autore del momentaneo pareggio
Donzella, autore del momentaneo pareggio

 ACATE – Nonostante le numerose assenze per squalifica e per infortuni , l’Atletico Scicli scende in campo con una squadra rimaneggiata ma impeganto alla ricerca di quei punti che possano fargli ottenere una salvezza diretta magari con qualche giornata di anticipo. Invece ad Acate, la partita si dimostra tutt’altro che tranquilla, complice pure un arbitraggio al di sotto delle aspettative.

Primo tempo giocato male dalla squadra sciclitana che subito dopo 15′ deve rinunciare al suo difensore centrale, Gentile, che esce per infortunio per una rottura del setto nasale. Al suo posto entra Alfieri, ma al 30′ dopo una prodigiosa parata del portiere fuori quota Stornello, l’Acate di procura un rigore per un fallo provocato in difesa dello Scicli. Il portiere sciclitano intuisce la traiettoria ma non trattiene. (1-a-0). Con il vantaggio in tasca, la squadra di casa riprende baldanza e controllo del campo ma il primo tempo finisce 1-0.

Nella ripresa nell’Atletico entra Lupo al posto di Padua ed in campo si vede tutta un’altra squadra con i giocatori cremisi che riescono a costruire in campo e proprio al 30′ su corner il difensore Donzella (in foto) di sinistro al volo intercetta un cross in area e manda la palla all’incrocio sotto la traversa. (1-a-1)

Da qui in poi, per la squadra sciclitana cambia il ritmo e, come si dice, comincia a crederci. Con Lucenti al posto di Sortino, cambia anche il ritmo e sono diversi contropiedi degli ospiti, molto dei quali fermati dall’arbitro per fuorigioco. E proprio al 90′, su punizione, la Primavera Acatese trova un rigore, per respinta con la mano in area, seppur in modo involontario da un difensore sciclitano. Ancora una volta Stornello intuisce la traiettoria ma il pallone entra comunque a rete.

Una sconfitta amara – sottolinea il presidente Arrabito. Adesso dobbiamo stare calmi e vincere la prossima partita in casa per raggiungere la salvezza diretta, se non vogliamo entrare negli spareggi play-out‘.

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.