La Meta Ragusa perde contro il Junior Vittoria

bloc 1

Calcio Giovanissimi Rle | Girone E

Una Meta irriconoscibile riesce nell’impresa: perde l’imbattibilità al Biazzo e si fa raggiungere dalla Pantanelli

Me.ta Ragusa 1 – Junior Vittoria 2

.

Meta Sport vs Junior Vittoria
Meta Sport vs Junior Vittoria

.

RAGUSA – La Me.Ta ragusa perde l’imbattibilità al Biazzo nell’ultima partita di campionato tra le mura amiche, con una squadra irriconoscibile e tanti giovani ‘atleti’ svogliati che non sono riusciti a metabolizzare l’importanza dello scontro, atteggiandosi piuttosto a prime donne e non invece da collettivo. E non possono giustificare neanche le ‘pesanti’ assenze di Ferlante Savarese (fermo da circa un mese per un brutto infortunio patito con la rappresentativa provinciale), Occhipinti e Principato, peraltro magnificamente sostituiti dai loro compagni rivelandosi i migliori in campo con Mascara, autore della rete del vantaggio e Dipasquale che hanno disputato un incontro encomiabile per impegno e caparbietà cosa che purtroppo è mancata a molti dei loro compagni.

Partita è stata comunque tesissima e nervosa per l’alta posta in palio con le due squadre che si sono affrontate a viso aperto, con lo Junior che voleva certamente battere la capolista e sfatare la legge del Biazzo opposta ad una Me.Ta che, almeno in teoria, voleva finire il campionato imbattuta tra le mure amiche.

Al via, già a scambio Massari -Vitale con il tiro dell’attaccante che viene deviato in angolo dal portiere. Dal corner è Indigeno che colpisce di testa ma la sfera va fuori. Al 22° gran tiro di Mascara dal limite la palla lambisce la traversa. Al 27° incredibile errore di Massari che su punizione di Diara si presenta da solo davanti all’estremo difensore ospite e, forse convinto di essere in fuori gioco, spedisce la palla fuori.

Bisogna aspetta il 28° per sbloccare la partita con Mascara che, con un gran sinistro al limite dell’area, non dà scampo al portiere vittoriese. (1-a-0).

Sembrava che la Legge del Biazzo stesse stendendo la sua mano protettiva sopra i padroni di casa quando, a primo tempo praticamente scaduto, una indecisione di Domicoli consente agli ospiti di fare l’1-a-1.

Secondo tempo

Il secondo tempo riparte con i metini che sembrano aver voglia di riscattarsi ed è sempre Mascara al minuto con un sinistro ad impegnare l’estremo difensore ospite. Al minuto è Scribano che, su invito di Massari, spedisce il pallone fuori.

Dal 2° minuto in poi arriva il buio assoluto per i ragazzi della Me.Ta che creano una sola occasione da rete con Vitale che, ben servito da Massari, si presenta solo al cospetto della porta avversaria ma spedisce il pallone tra le braccia del portiere,

Al 25° seconda incomprensione tra difensori e portiere ed ancora il centravanti del Vittoria punisce in modo encomiabile i padroni di casa, aprendo una crepa nella Legge del Biazzo. (1-a-2).

La partita continua, tra le sostituzioni ed il nervosismo dei giovanissimi ragusani che increduli non riescono a reagire ed arrivano stanchi econfusi al fischio finale, comprendo forse solo allora, si avere subito una sonora batosta.

Meta raggiunta dal Pantanelli. E scontro diretto in vista

Dall’enturage del Meta il pensiero su questa partita è chiaro: perdere un incontro ci può stare, ma subire una sconfitta contro un avversario che non ha mai tirato in porta sembra impossibile. Ed invece i giovanissimi di mister Tavolino sono riusciti nell’impresa di farsi raggiungere in testa alla classifica dalla Pantanelli vincitrice contro il Modica con una goleada. Meta che è risucchiata nel turbinio dei play-off perchè, se domenica prossima la stessa Meta vince contro la Fair Play Uliveto e la Pantanelli vince contro la Game Sport  le due compagine andranno allo scontro diretto per definire chi sarà la vincitrice del girone e passare direttamente alla seconda fase. In caso di sconfitta o di pareggio, invece, andranno a affrontare la vincitrice tra le squadre che si sono classificate tra il terzo e quarto posto, per poter proseguire il loro cammino. ‘ Non è davvero possibile pensare che, praticamente da vincitrice del girone, si rischia di  non fare la seconda fase del torneo: e sarebbe veramente uno smacco dopo un anno da capolista‘, è il commento unanime della dirigenza della Meta.

Domenica dopo Pasqua, la Meta sarà ospite a Pachino della Fair Play, squadra che è posizionata al centro della classifica è che giocherà, quindi, con la massima tranquillità.

‘Speriamo questo risultato sia da monito – continuano i dirigente della Meta – e che i ragazzi andranno a affrontare la Fair Play Uliveto in mnete con l’unico obiettivo possibile: quello di vincere’. (ca.ma)

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.