La Meta perde e torna in coabitazione al primo posto in classifica

bloc 1

Calcio – Giovanissimi Rli | Girone E

Sconfitta per la Meta che ritrova la coabitazione in testa alla classifica con la Pantanelli. Ricorso avverso una irregolarità in distinta?

Santa Sofia 1 – Meta 0

.

Il saluto delle squadre
Il saluto delle squadre

.

LICATA – Sconfitta per la Meta Ragusa, dopo 24 risultati utili consecutivi in un incontro che si preannunciava difficile per i ragazzi di mister Tavolino. Una sconfitta, per dirla subito, immeritata per quanto visto in campo e pervenuta con l’unico tiro in porta dei padroni di casa ed all’ultimo minuto a discapito delle 5 nette occasioni da rete per gli ospiti.

L’assenza di Ferlante Savarese, per un brutto infortunio subito mercoledì durante l’incontro della rappresentativa provinciale con i pari età del Messina, ha pesato nella determinazione non tanto qualitativa del centrocampo dei ragusani ma sulla mancanza di fisicità nei confronti degli avversari.

In campo Mezzasalma, Diara e Leggio costruiscono un centrocampo folto e ben organizzato per evitare le trame e le ripartite alla squadra del S. Sofia. I due laterali Massari e Vitale volano sulle fasce a dispetto dei difensori e Occhipinti, in versione geometra costruisce ottime triangolazioni. In difesa il mister schiera Antoci, Scribano, Indigeno e Principato che costruiscono un muro per l’attacco dei padroni di casa a difendere il loro portiere Domicoli.

Una bella squadra, ben disposta in campo ma vanificato all’ultimo minuto dell’incontro con un gol dell’attaccante licatese sopraggiunto con un tiro dal limite dell’area dopo una serie di batti e ribatti derivanti da un calcio d’angolo a favore dei padroni di casa.

Purtroppo all’inizio della partita si apprende della scomparsa del papà del giovanissimo Lauria, al quale arrivano le condoglianze i tutti i dirigenti, allenatori, calciatori e genitori della Me.Ta sport di Ragusa ed i ragazzi, tutti, dopo il calcio di inizio si fermano per un minuto di raccoglimento.

Palla al centro

Inizia la partita vera e propria e solo al 12° minuto arriva la prima occasione da rete per il Ragusa con Vitale che fa vibrare la traversa e correre i brividi sulle schiene degli avversari.  L’incontro continua con fraseggi e schemi da entrambi le squadre ma senza altre occasioni da rete. Poi, come per incanto, tra il minuto 31° ed il 34° due nette occasioni per la MeTa: la prima con un forte tiro dalla trequarti con Leggio che scheggia l’incrocio dei pali e la seconda con Massari che dopo essere partito dalla linea i centrocampo su lancio di Scribano, si invola tra due avversari ma arrivato al limite dell’area scaglia un gran destro che l’estremo difensore riesce a deviare.

Il secondo tempo è la copia del primo con i ragazzi forse un po’ stanchi per quanto speso cosa che crea una sola occasione per parte con Vitale, per i ragusani, che dal limite dell’area piccola tenta un pallonetto per scavalcare il portiere e la palla finisce di poco alta sopra la traversa mentre i padroni di casa inventano quell’azione, determinate per le sorti dell’incontro, con un gol infilato su una ribattuta della difesa della Meta.

Distinta da verificare?

Pare poi sia nato un piccolo giallo che, ove verificato, potrebbe cambiare non solo le sorti dell’incontro ma anche il capovolgimento dell’intera classifica del girone, riportando in corsa oltre che per il vertice della classifica anche altre squadre per i play-off. Infatti sul punteggio di 0-a-0, mister Pinto effettuava una sostituzione con un giocatore che, pare, non fosse indicato in distinta e, quindi, non identificato dall’arbitro Zambuto che ha peraltro ottimamente diretto la gara. Si tratterà adesso di vedere se ci saranno ricorsi e se si tratta di un errore.

Classifica in compropietà

Come questa battuta di arresto della Meta, la Pantanelli ritorna in compropietà al vertice della classifica del campionato regionale giovanissimi, ma con una partita in più. Adesso i giovani metini devono approfittare della sosta della rivale per battere la Gattopardo nell’incontro che si disputerà sabato prossimo al Biazzo di Ragusa. Sarà compito del bomber Massari l’impresa di bucare l’unica difesa del girone alla quale non è riuscito a segnare e, quindi battere l’unica squadra che non ha ancora subito la sconfitta della Me.Ta. Una impresa che riuscirebbe a far tornare la Meta solitaria in testa. Sarebbe la ciliegina sulla torta per il giovanissimo atleta, a completamento di un torneo giocato con il cuore, la testa e le gambe avendo contribuito con i compagni, ad aver battuto tutte le compagine avversarie del girone, mantenendo l’imbattibilità in casa con 13 vittorie ed un solo pareggio. (ca.ma)

*

ME.TA SPORT: Domicoli, Principato, Antoci, Diara, Scribano, Indigeno, Leggio, Vitale, Occhipinti, Massari – A disposizione:  Iacono, Parisi, Pagano, Balba, Mezzasalma, Gurrieri | Allenatore: Peppe Tavolino

ARBITRO: Zambuto Salvatore

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.