La Ikc (kick boxing) nomina il maestro Nobile coordinatore nazionale.

RAGUSA – Il maestro Nello Nobile è stato nominato coordinatore nazionale della Ikc International kickboxing council per il kickboxing K1.

.

Cutuli, Nobile e Parisi nella classica - e sempre usata -posizione da pugilatore
Cutuli, Nobile e Parisi nella classica – e sempre usata -posizione da pugilatore

.

L’incarico è stato attribuito durante la riunione federale svoltasi nelle scorse settimane a Foggia.

Con Nobile nomina anche per Fernando Cutuli, anch’egli maestro ragusano, che ha assunto l’incarico di presidente regionale durante la riunione federale a livello isolano svoltasi alla scuola regionale di sport della Sicilia lo scorso 13 settembre.

Infine, il maestro Giuseppe Parisi di Messina è stato nominato direttore tecnico regionale.

“Siamo molto contenti per il via a questa nuova esperienza – dice il maestro Nobile e adesso siamo proiettati a fare crescere questa nuova federazione in ambito regionale oltre che nazionale. Ci sono le premesse per fare molto bene e ci siamo già attivati per promuovere una serie di eventi di respiro regionale e non solo”.

La Ikc è stata fondata dal maestro Italo Scrocchia circa quindici anni fa e opera a livello internazionale.

Le prime tappe in programma per il nuovo anno sportivo prenderanno il via a novembre.

Stiamo valutando – afferma il presidente regionale Cutuli l’organizzazione di un primo torneo Ikc Sicilia con varie tappe regionali. Abbiamo già stabilito come data la tappa del 6 dicembre al PalaRescifina di Messina per il campionato Sud Italia Ikc Regno delle due Sicilia. Le altre sono ancora da individuare. Forse faremo qualcosa anche a Ragusa. Inoltre, è stata stabilito un primo calendario delle tappe nazionali: il 22 novembre in Puglia a Manfredonia la prima; la seconda a febbraio a Reggio Calabria, la terza a Roma e sarà in palio il titolo europeo professionisti k1. Insomma, c’è molta carne al fuoco. Voglio ricordare che la Ikc è una confederazione aperta a tutte le federazioni e le associazioni sportive di arti marziali e sport da combattimento. Chi lo voglia fare, dunque, può senz’altro aderire”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.