Il Per Scicli perde, forse definitivamente, il treno play off.

bloc 1

Mezzo passo falso casalingo per la squadra di mister Manenti che non va oltre lo 0-a-0 in una partita di fondamentale importanza per rimanere agganciata al trittico di testa

Per Scicli 0 – Città di Canicattini 0

di peppebetto

.

Entrata in campo alla guida del signor Lencini, sez di Caltanissetta
Entrata in campo alla guida del signor Lencini, sez di Caltanissetta

.

MODICA – Nella casa di adozione del comunale Vincenzo Barone di Modica, davanti al solito manipolo di appassionati e al cospetto dei giallo neri del Canicattini, gli sciclitani giocano una partita inspiegabilmente sotto tono e compromettono il resto della stagione.

Il patron Manenti recupera il centrocampo titolare, ma inizialmente in vena di esperimenti, vara un modulo stile champions mandando un centrcampista in appoggio all’unica punta, Giorgio Voi. La conseguenza è che la squadra non beneficia particolarmente del mediano in più, per impostare efficacemente la manovra non ne ha bisogno e quando Voi prende palla, è sempre solo e non trova praticamente mai un compagno avanti con cui dialogare. Presto detto che la panchina del per Scicli corre ai ripari affiancando Diligente a Voi che, nel frattempo manda in acrobazia un paio di messaggi all’estremo difensore ospite.

Dal lato degli ospiti del Città di Canicattini, il mister Speciale si affida ad un normalissimo 4-4-2. La squadra è giovane, particolarmente ordinata e non si sgomita a controllare i padroni di casa ma ogni tanto li punzecchia con qualche ripartenza ragionata. Su punizione ha una ghiotta palla gol con il centrale di difesa Gallo che da due passi manca la deviazione vincente.

Dal 30° del primo tempo fino all’intervallo il Canicattini arretra e rilancia senza costrutto, gli sciclitani vivono il loro momento migliore ma peccano di lucidità e cattiveria in zona gol fallendo in paio di nitide occasioni.

.

Giorgio Voi in rovesciata
Giorgio Voi in rovesciata (clicca per ingrandire)

.

Secondo Tempo

Nella ripresa il Per Scicli riporta La China, come nelle precedenti partite, a ridosso delle punte e parte forte con Voi che ancora al volo che manca il bersaglio grosso. La squadra comunque si disunisce, la difesa non accompagna più l’azione e gli ospiti trovano di rimessa praterie invitanti a centrocampo.

Ci provano tutti a trovare la via del gol Caligiore, Vitiello, Cultrera, Randazzo ma gli uomini di Speciale sono giovani e peccano di malizia. Si resta sullo zero-a-zero.

A questo punto gli allenatori ci provano con i cambi, ed è simpatico quando lo speaker annuncia che, nel Canicattini, al posto di Giuseppe Cultrera entra Giuseppe Cultrera che hanno però due distinti numeri maglia, 9 e 30.

Nota di spirito a parte, i cambi ricompattano il Per Scicli ed il baby modicano Criscione sprinta più volte sulla sinistra impegnando seriamente in una occasione il portiere ospite Vasques che in precedenza aveva smanacciato in angolo un tiro rasoterra del neo entrato Nigro. Non ce’ più tempo ed il buon arbitro Francesco Lucini della sezione di Caltanissetta manda tutti sotto la doccia sancendo un salomonico pareggio.

Il Per Scicli nonostante tre punti nelle ultime cinque partite conserverà la quarta posizione che può essere solo eguagliata dallo Scicli 2013 se, oggi batte il Vittoria.

.

Google+PhotoAlbum

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.