Giudice Sportivo al lavoro. Qualche iblea sul banco degli imputati.

bloc 1

giudice sportivo logo PALERMO – Giornata di giudizio, per gli sportivi intemperanti. Ed il Giudice Sportivo ha avuto molto da lavorare, a livello Regione Sicilia. Noi ci limitiamo alla zona di nostra influenza.

Ovviamente lasciamo di lato le espulsioni per doppia ammonizione e/o rosso diretto con conseguente sanzione, altrimenti andremmo avanti come la Divina Commedia.

Promozione

Cominciando dal campionato di Promozione, in cui milita la New Team Ragusa, al dirigente della società, Rosario Massari, è stata comminata la sanzione della “inibizione” fino al 20 ottobre prossimo, quindi praticamente salta una partita, per “proteste nei confronti dell’arbitro“.

Sempre in Promozione, il Santa Croce ha preso una multa di 250e per avere, i propri sostenitori “attinto” un guardalinee con sputi. Un atteggiamento, quello da parte del Santa Croce, che deve essere continuato anche a fine gara, se è vero che il dirigente della stessa squadra, Giuseppe Nasello, ha avuto una inibione fino al 10 novembre per “proteste nei confronti di ufficiali di gara e per avere assunto, dopo l’allontanamento, contegno minaccioso nei confronti degli stessi“.

In Prima categoria, c’è un reclamo preannunciato anche da noi, del Floridia rispetto la posizione di un giocatore del Solario, per posizione irregolare.

Un reclamo anche in Seconda, con il Sortino che individua una posizione irregolare tra le fila dello Sportispica Marcomonaco. Anche qui il giudice rimanda la decisione alle verifiche del caso.

Multa di 30€ per il Marina di Modica per avere ritardato la gara di 10 minuti e 20€ a testa a Sportispica Marcomonaco e Erg Siracusa per avere contravvenuto all’art 72 c1 del Noif (Norme Organizzative Interne Figc), ovvero “Per le società appartenenti alla Lega Pro, alla L.N.D. e al S.G.S., i calciatori devono indossare per tutta la durata di una stagione sportiva maglie recanti sul dorso la seguente numerazione progressiva: n. 1 il portiere; dal numero 2 al numero 11 i calciatori degli altri ruoli; dal numero 12 in poi i calciatori di riserva“: chi aveva la maglia sbagliata?

Calcio a 5

Tralsciando la C1, perchè nessuna squadra iblea è ancora salita in questa categoria, in C2 nell’incontro La Madonnina vs Città di Scicli è attenzionato un giocatore del Messina che pare non avere una posizione regolare: ed anche qui il giudice si prende il tempo per decidere.

Non perde tempo, sempre verso questa partita, invece, per sanzionare con la inizione fino al 20 ottobre, Luca Rivillito, da quest’anno dirigente della società sciclitana. Rivillito ha protestato contro l’arbitro.

Peggio è andata all’Arcobaleno Ispica, peggio come soldi per le casse del presidente Carmelo Re e come immagine, perchè la società è multata di 100€ per “presenza di persona non autorizzata all’interno del recinto di giuoco che assumeva contegno offensivo e minaccioso nei confronti dell’arbitro, a fine gara” ed inoltre, il dirigente Davide Vitrano è inibito fino al 10 novembre per un atto di violenza verso un avversario a fine gara.

Ma poi, le società, sanzionano in qualche modo i comportamenti violenti di dirigenti/giocatori/allenatori o tutto è giustificato ed incentivato?

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.