Giarratana Volley: al giro di boa, lo sguardo è ai play off

Gli All Blacks del Giarratana Volley versione 2017

GIARRATANA – Al quasi giro di boa tra la fase di andata e di ritorno, focus sul Giarratana Volley, squadra rivelazione lo scorso anno con un campionato di D travolgente che ha riportato nella città montana l’interesse per questa disciplina che ha avuto grandi trascorsi.

Il campionato di D, è stato un ottimo banco di prova per il Giarratana Volley perchè, man mano che i risultati in campo definivano la classifica, diveniva sempre più chiaro che l’eventuale promozione in C doveva lasciare il passo ad una riorganizzazione societaria.

Ed in effetti così è stato. Dopo la promozione in ‘C’, il primo obiettivo è stato di costruire un gruppo il più omogeneo possibile, il più compatto possibile. E, perchè no, il più forte possibile.

Arrivi da Ragusa

Così il nuovo coach è stato cercato nella ‘capitale’, Ragusa. Dal disciolto Csain viene il coach, Enzo Di Stefano che, con lui, ha portato nuova linfa come Firrincieli, Vitale, Randazzo, Guerrieri, Bicchieri, Cosentino e Cutrone.

Il gruppo storico del Giarrantana, però rimane. In campo allora ancora Puma, artefice della scorsa esaltante stagione e della promozione. Sempre calmo anche in campo, Giovanni Puma sarà certamente anche un ottimo riferimento per i giochi di quest’anno. Accanto a lui, Miceli, il capitano dello scorso anno, nel ruolo di opposto, lasciando perciò invariata la diagonale palleggiatore/opposto. Dal Giarratana D, conferme anche per Boi, Agosta, Fatuzzo e Fracasso.

Un parterre di uomini che non pare avesse velleità da primo posto quanto, piuttosto, di tenere vivo il movimento della pallavolo in quel di Giarratana.

Sguardo verso la zona play off

Ed invece, alla fine del girone di andata, quella squadra di D nata per chiacchiere sotto l’ombrellone dell’estate 2015, si trova adesso a 3 lunghezze dal Bronte, secondo in classifica e che incontreranno proprio domenica prossima fuori casa. Una coabitazione del Giarratana a 14 punti con Volley Messina e poco sotto il Giarre. A 9 punti dalla regina della serie che è il Floridia a 23 punti.

Quella di domenica, con il Bronte, sarà una tra le sfide decisive, con una vittoria che permetterebbe alla squadra del presidente Pagano di agganciare la zona play off.

Certo, la corsa senza fiato e vincente dello scorso anno, non si vede. O diciamo che magari non si vede ancora. Ma si percepisce una grande convinzione nei propri mezzi. Nelle prime 8 giornate, il San Vito Giarratana ha avuto 4 vittorie e 4 sconfitte tutte al tie-break, dando alla squadra non solo questi 14 punti, lontani solo 3 punti dalla zona play off che è a 17, ma soprattutto dando un messaggio chiaro: se l’impegno c’è, i risultati arrivano.

Scaramanticamente dalla dirigenza dicono che ‘l’obiettivo resta migliorare e fare esperienza per il prossimo anno‘. Ma siamo sicuri che se qualcosa di più arriverà, non sarà certo disprezzato.

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.