Dopo quattro sconfitte, la MeTa Ragusa vince 4-a-1.

bloc 1

Dopo quattro sconfitte consecutive, torna alla vittoria la Me.Ta Sport Ragusa

MeTa 4 -Real Siracusa 1

I metini in spogliatoio: sudati ma felici.
I metini in spogliatoio: sudati ma felici.

RAGUSA – Riesce finalmente a spezzare l’incantesimo, la MeTa Ragusa, che da 4 giornate non riusciva ad andare oltre la sconfitta. Una vittoria che era necessaria anche e soprattutto per il morale dei ‘ragusini‘, spesso abituati all’onore della vittoria ed ora en panne di iniziative e gioco.

L’inizio di gara molto equilibrato con le due squadre in campo a studiarsi. Ma già dopo i primi 1o minuti, ecco tornare il brivido alla schiena per la Meta: punizione per il Real Siracusa da 30 mt all’incrocio dei pali con relativo il gol di Mangano, con qualche responsabilità per il portiere Iacono, mossosi in ritardo (0-a-1).

Brividi che si trasformano in speranze quando, al 33° e dopo un atterramento in piena area di rigore di Mascara, l’arbitro concede un calcio di rigore. Occhipinti va al dischetto ma il bravissimo Coco intercetta il tiro e riesce a parare.

Il gol parato è una sorta di carica per i ragazzi di mister Messina e finalmente, dopo aver tanto sciupato, al 35° arriva il pareggio, con uno splendido diagonale dal limite dell’area da parte di Difranco, che si insacca. (1-a-1)

Ripresa

Al rientro in campo, dopo un equilibrio iniziale, comincia una fase di predominio territoriale da parte della MeTa, che si concretizza, al 15°, con il vantaggio ragusano, giunto dopo un’ottima trama in area: Parisi, subentrato a Fichera, appoggia un’assist vincente per Difranco che, al volo, mette in rete con sua doppietta personale. (2-a-1).

Dopo una timida reazione da parte del Real, ancora tante occasioni con efficaci parate del portiere Coco che, però, nulla può al 32° su un velenoso rasoterra da fuori area di Castellino che si insacca a fil di palo (3-a-1).

Quando si dice 'salti di gioia'
Quando si dice ‘salti di gioia’

La partita prosegue sul filo del pareggio quando pochi minuti dopo, al 35° su calcio d’angolo per il Real, la palla respinta forse anche malamente dalla difesa, diventa un ottimo contropiede per Mascara che si invola e va a depositare nella porta vuota (4-a-1).

Da sottolineare la correttezza dei giocatori in campo e del numeroso pubblico presente sulle tribune ad incoraggiare entrambe le squadre. (FB)


ME.TA. SPORT RAGUSA: Iacono, Schembari (33 2t. Spata C.), Dipasquale(35 2t. Canzonieri), Agnello (24 2t. Maggestini), Spata F., Massari, Mascara, Difranco, Fichera (9 2t. Parisi), Occhipinti, Castellino | Allenatore: Carmelo Messina

Real Siracusa Belvedere: Coco, Romano (11 2t. Pugliara), Mangano, Fronterrè (14 2t. Zocco), Vannucci, Russo, Mazzone, Urso (espulso), Bellaera (11 2t. Diluciano), Scariolo (12t. Quadarella), Bongiovanni (12t. Riela) | Allenatore: Roberto Culotti

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.