DANZA – Modica, Milano, Sanpietroburgo: la strada della Danza.

bloc 1
Natalie e Paola: pronte per conquistare i palcoscenici di mezzo mondo. Pian piano!
Natalia e Paola: pronte per conquistare i palcoscenici di mezzo mondo. Pian piano! (clicca per ingrandire)

.

MODICA – C’è Milano, un pezzo importante di Santa Madre Russia e dell’Ucraina nel futuro di Paola e Natalia.

Perchè le due giovanissime – 16 anni una e 12 l’altra – sono state selezionate per partecipare ai corsi dell’Accademia Ucraina, senza dubbio una delle più prestigiose istituzioni dedite alla formazione di alta professionalità per i ballerini. Per chi è addentro a questo mondo, si parla di questa scuola come seconda solo all’Accademia Nazionale di danza di Roma.

Paola e Natalia hanno sono allieve della scuola Team Melody di Modica che ha in Pietro Mormina il proprio direttore tecnico ed in Giuliana Gurrieri Tapuskovic la maestra di danza – anche lei con formazione all’Accademia di Danza di Belgrado (Serbia) – che ha reso possibile l’avvio di questo percorso. “Io le ho portate fin qui – ha detto la maestra Gurrieri Tapuskovic adesso le affido ad una istitituzione che potrà tirare fuori da loro il vero grande potenziale che hanno“.

.

Da sx Pietro Mormina, Natalia Celestre, Giuliana Gurrieri Tapuskovic e Paola Vindigni.
Da sx Pietro Mormina, Natalia Celestre, Giuliana Gurrieri Tapuskovic e Paola Vindigni.

.

In tutù da 8 anni Paola e da 6 Natalia, hanno superato le impegnative prove selettive presso l’Accademia Ucraina. Una vera a propria audizione, la speranza e lo paura di ogni artista che calca palcoscenici e mondo dello spettacolo. Prove tecniche e vere e propri spettacoli dove i severissimi insegnanti dell’Accademia Ucraina hanno infine valutato il potenziale delle due “nostre” ragazze.

Cominceremo i corsi a settembre – dice Paola, la più grande e con un piglio di serietà particolarmente evidente – e sappiamo che sarà dura. Ci aspettano lunghe ore di allenamenti.”

Ed oltre agli allenamenti, anche la “scuola normale” perchè l’Accademia ha dei corsi scolastici ministeriali che si appoggiano ad un convitto religioso presso cui le ragazze avranno pure vitto e alloggio. Paola, ad esempio, dovrà adesso sostenere (anche!) gli esami di passaggio tra la Ragioneria, la sua “vecchia” scuola ed il liceo linguistico, dove proseguirà la propria formazione scolastica.

Insomma, una prospettiva per caratteri e volontà d’acciaio.

.

1-DSC_0103
Natalia

.

Cosa che non sembra mancare neanche a Natalia, 12 anni ma già ben avviata a questa che vuole essere una vera e propria carriera lavorativa. “Fare la ballerina mi piace, non è una cosa che faccio con difficoltà“.

Ma sacrifici, esempio il cibo visto che avete un corpo pressocchè privo di grassi?

“Non sono tanti sacrifici. In effetti mangiamo praticamente tutto. Certo magari ci controlliamo con i carboidrati, mangiamo tanta frutta e verdura. Ma non rinunciamo ad una pizza, magari solo una alla settimana”.

Al cronista, a guardarle in questa elegante e perfetta forma fisica, l’invidia è tanta!

L’Accademia Ucraina in Italia è attiva dal 2005 e segue uno dei metodi più “tosti” e formativi per creare ballerini di primissima classe, quel “metodo Vaganova” a cui è dedicata una intera importantissima accademia mondiale a Sanpietroburgo in Russia, accademia dove Paola e Natalia “rischiano” di andare a finire, non fosse altro per fare gli esami finali.

.

1-DSC_0110
Paola

,

Esami che, se tutto andrà bene, saranno tra 8 anni perchè tanto dura il percorso di studi, secondo uno schema di formazione che non lascia spazio a sbavature ed “italiani sentimentalismi”: tutto deve funzionare alla perfezione, dagli orari agli esercizi. Con persino le divise da usare per la pratica che sono, inesorabilmente, body nero o rosa per le ragazze e calzamaglia nera e maglietta bianca per i ragazzi.

E se le cose si fanno dure e scappano lacrime, lontane dalla famiglia e messe sotto pressione?

Siamo sicure che riusciamo a resistere – dicono senza tanti giri di parole. E casomai ci attacchiamo a telefono e stiamo ore con Giuliana (la maestra, nrd)”.

Alla mamma di Paola che era presente, abbiamo chiesto se fosse stata lei ad invogliare la figlia a questo salto. “No, è stata una sua scelta autonoma“. E non abbiamo chiesto se le mancherà perchè visto che era li con la figlia a seguirne gli allenamenti in palestra, siamo certissimi di si.

A contribuire a questa scelta, certamente la maestra Giuliana Gurrieri Tapuskovic. “Abbiamo parlato assieme – ha detto – ma hanno scelto da sole. Mi spiace perderle ma so che questo è il loro grande trampolino. L’Accademia Ucraina oltre che formare tra i migliori ballerini del mondo, ha anche l’obiettivo pratico di seguire i propri allievi diplomati nel loro percorso lavorativo successivo. Ecco perchè accanto alla formazione d’aula, sono frequentissimi gli spettacoli e le rappresentazioni, proprio per far provare loro il senso vero del “lavoro” della danza, sui palchi di fronte al pubblico“.

Così, a Settembre, altre due “figlie” di questa Terra andranno via a cercare formazione, futuro, affermazione lontano, proseguendo la diaspora siciliana che qualcuno dice, essere seconda solo a quella ebraica. Anche se stavolta almeno, è per cercare una formazione di alto livello._

.

1-DSC_0047-001
L’Unione fa (e da) la Forza. (clicca per ingrandire)

 

.

Approfondimenti

Ci sono diversi metodi di insegnamento nel mondo della danza di alto livello. Tra questi, si può ricordare il Rad (Royal Accademy of Dance) ed il sistema Vaganova.

La sede di San Pietroburgo dell'Accademia Viganova.
La sede di San Pietroburgo dell’Accademia Viganova.

Quest’ultima è una tecnica di insegnamento della danza classica elaborata negli anni dal 1917 agli anni cinquanta a Leningrado in Unione Sovietica da Agrippina Jakovlevna Vaganova, presso l’Accademia del Teatro Kirov, che prese da lei il nome di Accademia Vaganova.

Il merito della Vaganova è stato quello di analizzare in modo dettagliato e decomporre nei singoli elementi tecnici tutti i passi della tradizione accademica, elaborando un sistema di esercizi caratterizzato da un crescendo di difficoltà tecnica e di complessità compositiva, graduato in otto anni di studio, organizzato in modo da assicurare uno studio progressivo e privo di rischi per gli allievi.

Sul piano fisico, il metodo sviluppa il lavoro armonioso di tutte le parti del corpo durante le pose e i movimenti porgendo l’attenzioni ai più piccoli particolari.

Dal punto di vista psicologico, lo stile si distingue nell’approccio cosciente del danzatore, nel costante autocontrollo del proprio corpo e nel lavoro accentuato sulla qualità e non sulla quantità dell’esercizio.

Il risultato di studio finale consiste di avere una tecnica impeccabile insieme a una notevole espressività. Il metodo non è conservativo ma in costante sviluppo. In ultimi 10 anni il metodo di Vaganova ha subito un rinnovamento notevole che ha portato a conquistare i livelli tecnici dei ballerini classici mai visti prima.

Vaganova impone che le donne siano vestite con body nero e calze rosa. Gli uomini con calzamaglia nera e argentina bianca.

.

Accademia Ucraina
Accademia Ucraina

.

I corsi Professionali: corsi di alta formazione senza “se e senza ma”.

La scuola professionale AUB prevede un ciclo di studi di otto anni a partire dai 10/11 anni. L’ammissione alla scuola è previa audizione e controllo medico per il primo anno. Per l’ammissione agli anni successivi si richiede audizione, curriculum degli studi precedentemente effettuati, certificati medici di idoneità all’attività a livello professionale. L’attività della scuola è prevista su 10 mesi (da settembre a giugno).

Come previsto nelle più rigide scuole di formazione dei paesi dell’ex-Unione Sovietica i corsi sono così suddivisi:

  • 1° anno: tecnica classica, sbarra a terra, pratica (12 ore settimanali)
  • 2° anno: tecnica classica, sbarra a terra, pratica, punte (14 ore settimanali)
  • 3° anno: tecnica classica, sbarra a terra, pratica, punte (14 ore settimanali)
  • 4° anno: tecnica classica, punte, repertorio, danza contemporanea (16 ore settimanali)
  • 5° anno: tecnica classica, punte, repertorio, danza contemporanea (16 ore settimanali)
  • 6° anno: tecnica classica, punte, repertorio, pas-de-deux, danza contemporanea, carattere (18 ore settimanali)
  • 7° anno: tecnica classica, punte, repertorio, pas-de-deux, danza contemporanea, carattere (18 ore settimanali)
  • 8° anno: tecnica classica, punte, repertorio, pas-de-deux, danza contemporanea, carattere (18 ore settimanali)

Ogni corso è seguito da un docente nelle materie principali (tecnica classica, repertorio, punte) con il supporto di altri docenti per le discipline minori (danza di carattere, danza contemporanea ecc.)

.

b-ucraino-1211

.

Durante l’anno AUB invita docenti ed insegnanti di fama internazionale provenienti dai più grandi teatri d’Europa e del mondo che per brevi periodi lavorano con gli studenti dei vari anni come insegnanti ospiti dando, con la loro esperienza didattica e professionale, un grande contributo tecnico e formativo.

Ti è piaciuto questo articolo?

One Response to "DANZA – Modica, Milano, Sanpietroburgo: la strada della Danza."

  1. Pingback: DANZA - Natalia: io ballerò alla Scala. -

Leave a Reply

Your email address will not be published.