Il Città di Ragusa pronto alla Promozione

Campionato di  Promozione

La squadra in allenamento
La squadra in allenamento

RAGUSA – Il Città di Ragusa pronto ad affrontare la prima gara della stagione nel campionato di Promozione. Gli azzurri guidati in panchina da Calogero La Vaccara se la vedranno con il Real Siracusa Belvedere. La partita si giocherà domani, sabato 10 settembre, in trasferta, a partire dalle 15,30 (arbitro Testaì di Catania).

Lo staff tecnico ragusano ha preparato questo impegno con la massima attenzione. Rispetto alle prime gare disputate in Coppa Italia, qualche passo in avanti è stato compiuto. Ma La Vaccara chiede la massima attenzione ai suoi. “Perché di fronte – dice – ci troveremo un gruppo con elementi tutti di comprovata esperienza che conoscono nella maniera migliore la categoria e che giocano assieme da parecchio tempo. Sarà un ostacolo duro da superare per tutti noi ancora di più perché lo affronteremo in trasferta”.

La Vaccara, tra l’altro, dovrà fare a meno dello squalificato attaccante Daniele Arena (sconta una penalizzazione della passata stagione) mentre non ci sarà neppure l’infortunato difensore Andrea Buscema e l’indisponibile Titta Suizzo.

Per il resto, la squadra si è allenata con grande dedizione nel corso della settimana. “Siamo tutti concentrati – dice il direttore sportivo Massimiliano Vitalea sostenere nella maniera migliore la sfida della prima partita. Iniziamo fuori casa. E subito un impegno non semplice. Ma sappiamo che tutte le gare saranno un test probante da affrontare per cui non ci fa paura il Real Siracusa Belvedere che pure rispettiamo perché ne conosciamo le potenzialità. Per quanto ci riguarda, dovremo cercare, sin da subito di impostare i nostri ritmi e di essere molto più concreti sotto porta a differenza di quanto invece accaduto nelle partite di Coppa dove abbiamo creato occasioni a grappoli ma ne abbiamo finalizzate davvero pochissime. Stiamo dando il massimo, anche per quanto concerne l’organizzazione societaria, per far sì che possano arrivare le risposte attese. Certo, sarà il campo a dovere fornire il proprio responso. Noi ce la stiamo mettendo tutta. E non lasceremo alcunché al caso”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.