CICLISMO – Ciclismo e Turismo: l’idea NonSoloBike di Pozzallo.

bloc 1

Una nuova associazione nel settore del ciclismo/mtb. Già trenta iscritti, tanti progetti e una donna al comando. Sport e turismo anche per rispondere alla crisi e depressione sociale dei nostri tempi.

1-_MLM0027
Il tavolo dei relatori. Da sx Giampaolo Di Simone, Danila Tringali (presidente Nsb), Luigi Ammatuna (sindaco Pozzallo), Pietro Minardo (trainer mtb)

.

POZZALLO – Presentata a Pozzallo la neonata associazione sportiva “Non Solo Bike” che parte dal ciclismo, specificamente l’mtb (mountain bike) per allargare i propri orizzonti a progetti oltre il ciclismo ed oltre il locale.

A guidare l’assocazione una donna, Danila Tringali che si inserisce nel novero delle diverse associazioni sportive che hanno – sostanzialmente o formalmente – una donna al comando. Segno che il cambiamento del XXI secolo passa anche da queste cose, senza necessità di “quote rosa” imposte ma con il normale merito “umano”.

L’associazione è nata a Pozzallo – ha detto Tringali ma non si vuole chiudere in questo territorio ma cercare e trovare forme di collaborazione più ampi con i territori limitrofi e, perchè no, l’intera Sicilia. Quello che vogliamo fare è promuovere il ciclismo come formula di vita sana in movimento. Ma anche mettere un moto un meccanismo che possa aprire il ciclismo a diversi progetti più ampi, non solo sportivi”.

Tre i maggiori progetti a cui NSB vuole dedicare le prime risorse.

Il primo – dice sempre Danila – è la bici sui banchi di scuola con il coinvolgimento della scuole per far conoscere questo mezzo affinche possa diventare anche mezzo comune di mobilità in città, specie a Pozzallo dove la sostanziale planarità del territorio potrebbe davvero permetterne l’uso“.

Danila Tringali, energica presidente di NSB. "L'associazione è nata dal un gruppo di amici ma abbiamo voglia di crescere ed arrivare a collaborare anche con altre associazioni sia comnali che dei territori vicini".
Danila Tringali, energica presidente di NSB. “L’associazione è nata da un gruppo di amici ma abbiamo voglia di crescere ed arrivare a collaborare anche con altre associazioni sia comunali che dei territori vicini”.

.

Una idea interessante che ha trovato anche sponda dell’amministrazione comunale nella persona del sindaco Ammatuna, presente all’incontro, che ha indicato come, con un recente risparmio di cassa di circa 150.000€, saranno approntati un campetto di calcio nella zona all’uscita da Pozzallo verso Ispica ed un tratto di pista ciclabile in zona portuale dal castello Di Martino (area porto di Pozzallo) verso la città.

Altri progetti della NSB sono una scuola di mountain bike per scovare nuovi talenti, scuola affidata a Piero Minardo che ha ricordato – da esperto del settore – come il ciclismo può essere, per chi ha talento, un vero trampolino verso il professionismo. “Non è come il calcio – ha detto Minardo dove è molto difficile emergere, specie alle nostre latitudini. Nel ciclismo, il talento, l’impegno e la tenacia possono portare a risultati interessanti a livello nazionale“.

Ed infine, altra interessante idea, la promozione del cicloturismo per convogliare quanti più appassionati delle due ruote nel territorio ibleo e nei limitrofi, offrendo pacchetti di ciclovacanze con sentieri del gusto e degustazioni sparsi per ciclo-piste. Una sorta di connubio “slow food” e “slow tourism”

Ci sono 20.000.000 di biciblette in Italia e 6.000.000 di praticanti – ha ricordato la presidente Tringali – e su questo capitale noi vorremmo avviare una forma di promozione e di contatti anche diretti per convogliare quanti più amatori nella nostre zone

In effetti – ha le ha fatto eco Minardo se in Germania il 30% del turismo è cicloturismo ed hanno il clima che hanno, com’è possibile che noi non si riesca a convogliare sotto il nostro sole da Marzo in poi una percentuale di questo movimento?”.

.

Due passeggini "assistono" alla presentazione: ci saranno giovanissimi iscritti alla NSB,
Due passeggini “assistono” alla presentazione: ci saranno giovanissimi iscritti alla NSB!

.

La volontà di creare qualcosa è evidente ed in momento in cui tutti si ritirano nel proprio personale per superare una crisi che sembra impossibile da cancellare, una nuova associazione che abbia anche idee “imprenditoriali” per modificare il trend, è una progetto interessante.

Anche l’apertura ad altri gruppi, associazioni – ove effettivamente messa in pratica – dimostra un cambiamento di mentalità siculo/iblea verso la necessità di “creare sistema” che mai si è riuscito a fondare seriamente per avviare uno sviluppo economico sostenibile e non solo sovvenzionato (vedi agricoltura, tanto per dirne una).

Dopo l’entusiamo iniziale dei primi momenti, quello che sarà necessario è riuscire a superare i probabili molti “sbatti muso” che si troveranno in questo percorso. Da amministrazioni insensibili e/o povere (di soldi e di spirito), a attori imprenditoriali che non crederanno in queste idee e renderanno difficile la vita economica dell’associazione.

Ma, simpaticamente, si può dire che… se questi fanno mtb e si fermano al primo masso sulla strada… meglio che vadano a giocare a bocce.

La grinta che hanno dimostrato, oggi, potrebbe però dargli ragione nel lungo periodo._

Maria Scala, una delle migliori rappresentanti del successo che si può avere dall'impegno nel ciclismo. "L'ho presa dal divano due anni fa - ha detto il marito/trainer Piero Minardo - e da allora non si è più fermata". Maria ha vinto la Gran Fondo 2013 nazionale, la Cross Country 2013 Nazionale, l'XC 2013 e, per passatempo, è arrivata 2^ alla Etna Marathon dello scorso 22 dicembre.
Maria Scala, una delle migliori rappresentanti del successo che si può avere dall’impegno nel ciclismo. “L’ho presa dal divano due anni fa – ha detto il marito/trainer Piero Minardo – e da allora non si è più fermata”.
Maria ha vinto la Gran Fondo 2013 nazionale, la Cross Country 2013 Nazionale, l’XC 2013 e, per passatempo, è arrivata 2^ alla Etna Marathon (maratona abbinata Donne) dello scorso 22 dicembre, con il tempo di 05:13:02 sulla distanza di 63km e 2250mt di dislivello.

 

 

 

Ti è piaciuto questo articolo?

4 Responses to "CICLISMO – Ciclismo e Turismo: l’idea NonSoloBike di Pozzallo."

  1. Pingback: DONNE AL COMANDO | Danila Tringali alla guida della NonSoloBike di Pozzallo -

  2. Rosalba   26 aprile 2014 at 21:39

    Vorrei iscrivermi, mi avete convinto! Fatemi sapere come fare e i vs recapiti. Grazie .

    Rosalba G

     
    Rispondi
  3. Pingback: MTB - A Pozzallo, le bici sui banchi di scuola. |

  4. roberto   17 dicembre 2013 at 12:03

    Orgoglioso di essere in questo team, sarà un 2014 ricco di soddisfazioni.

     
    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.