Chi pulisce da se, fa per tre.

Gli atleti volontari
Gli atleti volontari

.

VITTORIA – Si è svolta a Vittoria l’iniziativa PuliAMO Vittoria organizzata dall’associazione Vittoria delle finestre rotte con la collaborazione della No Al Doping ed alla Droga, società dilettantistica di atletica leggera, che ha aderito convintamente organizzando una squadra di lavoro per ripulire la pista di atletica di c.da Monte Calvo.

In molti non sanno che Vittoria è dotata di una struttura polivalente per l’atletica che potrebbe rappresentare il fiore all’occhiello per l’atletica leggera provinciale. Le piste di atletica ad otto corsie si possono contare sulle dita delle mani e da Roma in giù e quella di contrada Monte Calvo a Vittoria non è stata mai utilizzata.

La struttura di Monte Calvo è stata completata nel 1997 per una spesa complessiva di 1 mld e 600 milioni di lire ma non è mai stata resa funzionante e mai omologata dal CONI.

.

Le 8 corsie della pista di atletica invase dagli arbusti
Le 8 corsie della pista di atletica invase dagli arbusti

.

I difetti di fondo della struttura, forse, sono sostanzialmente due: il posizionamento che è lontano sia da Vittoria che da Acate e la mancanza di approvvigionamento idrico, che non permette di procedere alla piantumazione del manto erboso al centro della pista per praticare la disciplina dei lanci.

L’intero impianto è stato abbandonato alla mercé dei vandali che hanno saccheggiato gli impianti elettrici, le attrezzature per i salti, il cordoletto in alluminio segna corsie, i tombini in ghisa e tutte le pertinenze degli spogliatoi.

Il Comune ha omesso altresì la benché minima manutenzione dell’impianto ed oggi la vegetazione rischia di distruggere la pista di atletica che ha resistito in buone condizioni a decenni di abbandono.

Con l’iniziativa di ieri si vuole lanciare un messaggio forte alle istituzioni locali per a salvare l’impianto. Occorre procedere immediatamente alla scerbatura e alla pulizia della pista per poi individuare soluzioni per rendere agibile quantomeno la pista di atletica.

Per il rilancio, secondo le associazioni che sono intervenute, in un periodo di crisi economica per gli enti locali, sarebbe opportuno o trovare canali di finanziamento europei o fare appello ai privati che hanno attività limitrofe alla struttura di garantire tale approvigionamento garantendo loro un ritorno pubblicitario._

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.