CALCIO/Ecc – Il Modica incarta il Siracusa.

bloc 1

Modica Calcio 1 – Città di Siracusa 1

.

MODICA – Un pareggio stretto per il Siracusa, ai piani alti della classifica. Ben largo e soddisfacente per il Modica che in casa da soddisfazione a pubblico e dirigenza.

Certo, l’emozione è andata a mille quando Okolie ha seminato la difesa avversaria e si è lanciato verso la porta spiazzando il portiere avversario (foto) decretando l’1-a-0 per il Modica.

.

Okolie spiazza il portiere avversario.
Okolie spiazza il portiere avversario.

.

Ma nel corso di una partita non eccezionale, il Siracusa ha poi pareggiato su una punizione tirata da Mascara, molto bene, ma che chiama in colpa anche il portiere del Modica che non è riuscito a coprire il proprio lato destro dopo aver posizionato la barriera a difesa del sinistro. Il tiro infatti è arrivato rasoterra, neanche tanto forte, proprio nell’angolo libero dalla difesa della barriera dei propri compagni e che, normalmente, deve essere quella più efficacemente coperta. (1-a-1)

.

Il gol del Siracusa su punizione tirata da Mascara.
Il gol del Siracusa su punizione tirata da Mascara.

.

La partita ha certamente dato più azioni da gol al Siracusa che può mettere in attivo almeno 4/5 gol “mangiati” in azioni che lo  hanno portato a tu-per-tu con il portiere rosso/blu.

Poco spettacolo dalle due stelle attese, i capitani Felicetti (Modica) e la star Mascara (Siracusa). Poco gioco da entrambi e specie da Mascara che è rimasto ben piantato a presidiare la zona centrale senza sudare molto. Di pregio – e qui sta la classe dell’ex di A-  i passaggi verso i suoi, molto spesso molto precisi.


FotoStory Google +


Ottimo lavoro di Okolie che non si è fermato dal correre e cercare di seminare gli avversari, tranne dover cedere quando il raddoppio su di lui era frequente. Buon debutto di Rosi, anche lui non si è risparmiato tanto da cadere vittima di crampi (poco o molto allenamento?)

A fine partita, i visi più che sorridenti dei dirigenti del Modica hanno fatto capire che essere usciti indenni dal rischio debacle contro il Siracusa, è stata già un vittoria e che il pareggio, meritatissimo anche per un Siracusa molto sotto tono, può dar fiducia al proseguimento di campionato dove una classifica così corta può sbatterti nelle prime posizione o nelle ultime solo per una partita vinta o persa.

ULTRAS IN CURVA

L’atteso massacro di ultras modicani contro ultras siracusani non c’è stato. Le forze dell’ordine presenti in un numero inferiore a quanto avevamo detto, hanno comunque impedito il contatto tra le tifoserie, sia nella fase di avvicinamento allo stadio, che in campo.

.

La curva degli Ultras del Modica
La curva degli Ultras del Modica

.

I due settori, comunque vicini, hanno visto qualche sano “vaffanculo” di prassi e qualche “ti aspetto fuori” di altrettanta prassi, sotto lo sguardo di poliziotti e carabinieri con la faccia sempre più quasi schifata di dover sentire giovanotti – e meno – dirsi queste stupidaggini invece di stare seduti accanto e tifare ciascuno per la propria squadra e non fare sprecare così tanto tempo e denaro in una cosa che dovrebbe essere “sport, divertimento e passatempo“.

In tema di coreografie, gli ultras della Curva Anna del Siracusa hanno portato un bandierone che per un po’ ha sventolato dai primi posti e poi è stato spostato dietro perchè doveva dare un fastidio bestiale a chi voleva vedere la partita e si trovava oscurato dal drappo.

I ragazzi degli Ultras Modica hanno invece fatto le cose in grande, con un enorme striscione con scritto “Spavaldi di Esserlo” (probabilmente ultras) ha coperto buona parte della gradinata B/settore Modica, mentre un grande copricurva è apparso nel settore di competenza a coprire gli oltre 50/60 ragazzi e ragazze organizzati per questo show. Per tutti i 90′, peraltro, dalle gradinate del Modica sono rullati tamburi e canti senza pausa.

.

Le facce rilassate nel dopo partita: il dirigente Cavallino e il vice presidente Failla.
Le facce rilassate nel dopo partita: il dirigente Cavallino e il vice presidente Failla.

.

Da resocontare uno strano fatto accaduto durante la pausa quando dallo spogliatoio del Siracusa si è sentito un certo trambusto e – pare – qualcuno sia stato visto volare fuori dalla porta. Non si è ben capito ma forse una discussione animata tra primo e secondo tempo aveva trovato una via di chiarimento tramite la porta.

Ultima nota, uno scambio di doni – o simili – tra l’assessore allo sport di Modica ed il vice sindaco di Siracusa, piuttosto frettoloso e non sappiamo se dagli spalti avranno capito cosa stesse accadendo.

Rispetto al programma comunicato di una distribuzione/degustazione di cioccolattini modicani, si attendono notizie._

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.