CALCIO/3 ctg – Un ironico “Grazie Chiaramonte” da parte del Pro Ragusa.

bloc 1

Il Pro Ragusa aveva chiesto di spostare una partita per indisponbilità di alcuni suoi giocatori. Il Chiaramonte ha invece preferito seguire il calendario. Chi ha ragione? Chi chiede di seguire le regole del gioco o quelle del fair play?

 RAGUSA – “Un atteggiamento incomprensibile che ci lascia grande amarezza e che certamente non fa bene allo sport”. Così il presidente del Pro Ragusa Giorgio Mirabella commenta la decisione del Chiaramonte calcio di avere voluto ugualmente disputare l’incontro di domenica scorsa, valido come decima giornata del campionato di Terza categoria, nonostante la richiesta avanzata alla società del comune montano di rinviare la partita.

Dal momento che eravamo impossibilitati per varie ragioni, tra cui gli infortuni, a portare ben sette giocatori – spiega Mirabella avevamo fatto un passaggio con il presidente della delegazione ragusana della Figc Pino Cicciarella per potere rinviare il match. Cicciarella ci aveva risposto che non ci sarebbero stati problemi se il Chiaramonte avesse accettato. Abbiamo telefonato ai dirigenti del Chiaramonte che, però con una scusa, non ci hanno permesso di rinviare la partita”.

Il match è terminato sul punteggio di 4-a-0 in favore della squadra di casa.

“Abbiamo fatto giocare due persone che avevano stiramenti – continua Mirabella – e che si sono trasformati in strappi. Gioele Vitale ed Emanuele Leggio sono stati costretti ad abbandonare il campo, sono dovuti entrare i dirigenti ed il mister per potere terminare la partita”. Mirabella non le manda di certo a dire alla dirigenza chiaramontana.

Dal momento che non siamo in serie A, ci si aspetterebbe che ci si aiutasse tutti, ma queste persone hanno colto l’occasione per prendere tre punti e rilanciarsi in classifica. Questo, a noi sembra un comportamento molto scorretto dal momento che se ce lo avessero chiesto loro noi avremmo fatto il possibile per accontentarli. Quindi davvero li ringrazio – conclude ironicamente il presidente del Pro Ragusa – è stato qualcosa che ha fatto davvero onore a tutti”.

Giorgio Mirabella, presidente del Pro Ragusa

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.