CALCIO/2Ctg – Il ruggito delle “tigri” prime in classifica.

bloc 1

Sprint verso il titolo di “campione d’Inverno” per il Per Scicli e corsa per la Coppa Italia. La società si è rafforzata con ingressi di atleti di spessore e dirigenti di esperienza.

,

I dirigenti del PerScicli impegnati in un pesantissimo allenamento: Peppe Betto (mister), Ettore Cannella (dt) Angelo Massari (ds) Massimo Max Ventura (v.mister)
Quattro in un colpo: i dirigenti del PerScicli impegnati in un pesantissimo allenamento. Da sx Peppe Betto (mister), Ettore Cannella (dt) Angelo Massari (ds) Massimo Max Ventura (v.mister)

.

SCICLI – Storicamente, l’animale simbolo di Scicli è stato per decenni il leone, rampante sui tre colli dello stemma comunale. Quest’anno il leone sciclitano, ha trovato concorrenza delle “tigri“, i giocatori del nuovo Per Scicli che militano nel campionato di calcio Lnd,  Seconda Categoria.

E così, lo “zoo” sciclitano si completa perchè accanto a quelli che potrebbero essere i leoni dello Scicli 2013 (3ctg, erede spirituale del vecchio Scicli 1964), appunto, ora le tigri del Per Scicli, le pantere dello Scicli Sport Club (pallamano), le gazzelle del twirling, i gorilla della boxe. Potrebbero mancare le aquile, magari adatte allo squadrone dell’Atletico Scicli del presidente Arrabito.

In questo affettuosto zoo, fatto di gente che si impegna in prima persona, le tigri persciclitante – battesimo dovuto al ds di lungo corso Angelo Massari, neo inserimento in società – sono quelle che mordono più di tutti.

Ed alla settima giornata, se ne stanno assiste ben in alto nella classifica a 17 punti, sopra di due all’Arcobaleno Ispica (che ha un po’ di sangue sciclitano nelle vene per via del presidente Carmelo Re) e Florenzia a 14.

.

Il Per Scicli, la cui storia è costellata da una ottima capacità di concentrazione sui propri progetti che ha permesso di costituire un’affiatata squadra dirigenziale con un testa Maurizio Manenti e Ignazio Salemi, si è affidata quest’anno alle cure di mister Peppe Betto, l’avvocato/allenatore.

Betto ha una buona storia di allenatore con la caratteristica di essersi impegnato sempre in questo ruolo, senza divagare in altri ambiti “dirigenziali” aumentando la propria esperienza di campo e di squadra. Accanto a lui, Massimo “Max” Ventura in funzione di assistente

Nel periodo immpediatamente dopo l’estate, a rafforzare le fila, l’arrivo di Angelo Massari nel ruolo di direttore sportivo, forte dell’esperienza vincente come ds del vecchio Scicli Calcio 1964. Accanto a Massari, Ettore Cannella nelle vesti di direttore tecnico.

I due nuovi dirigenti si sono inseriti in un gruppo già ben affiatato a cui hanno aggiunto alcuni giocatori provenienti da categorie superiori, alla ricerca di quella “marcia in più” che può servire in un campionato e per una squadra che sta dimostrando di avere, comunque, tutte le marce giuste.

Nel tem sono stati inseriti Saverio Dongola e Agostino Pellegrino tutt’e due ex Scicli 1963, Giorgio Iozzia e Giorgio Voi ex Atletico Scicli e Enzo “Enzuccio” Arrabito.

I ragazzi di capitan Angelo Manenti (figlio d’arte, di Maurizio) dopo 7 gare sono balzati in testa alla classifica con 17 punti, frutto di 5 vittorie e 2 pareggi e sono in corsa anche in Coppa Italia dove hanno superato il primo turno nel doppio confronto contro la Modicanese.

Domenica nel big match della giornata, il Per Scicli ha superato i cugini della Modicanese che erano secondi in classifica per 1-0 con la rete del gioiellino Ciccio Papaleo, altro figlio d’arte del grande ex Scicli degli anni d’oro Enrico.

Sabato pomeriggio, 7 dicembre alle 14,30 altra gara importante, le tigri infatti saranno ospiti dell’Arcobaleno Ispica che dopo la vittoria del week end si è portato al secondo posto a due lunghezze dalla capolista Per Scicli._

.

Classifica 7^ Giornata

  1. PER SCICLI 17
  2. ARCOBALENO ISPICA 15
  3. FLORENZIA 14
  4. MODICANESE 13
  5. ATLETICO RAGUSA 11
  6. GIARRATANESE 10
  7. SPORTING RAGUSA 10
  8. PORTOPALO 9
  9. RINASCITA NETINA 7
  10. PRO RAGUSA 5
  11. EUROSPORT AVOLA 4
  12. CHIARAMONTE 4
Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.