Bronzo per Giorgio Avola

bloc 1

.

Giorgio Avola a Tbilisi

di Alessandro Noto*

TBILISI – Nella giornata di esordio degli Europei Assoluti di scherma, in corso di svolgimento a Tbilisi, arriva una bella medaglia di bronzo per Giorgio Avola nella prova di fioretto maschile individuale.

Avola reduce da una stagione di coppa del mondo che lo ha visto già salire tre volte sul podio, aggiunge un’altra grande prestazione alle performance stagionali, confermandosi con grande regolarità ai vertici del fioretto mondiale e alle prime posizioni del ranking.

Agli Europei, a differenza delle gare di Coppa del Mondo, la formula prevede turni preliminari per tutti i partecipanti.

Turni di eliminazione

Al primo turno di gironi Avola parte con cinque vittorie su cinque match, rifilando 5/1 all’ostico ucraino Hertsyk, 5/0 allo svedese Mindelof, ancora 5/0 al bielorusso Kurylovich e al danese Andersen, poi un più sofferto 5/4 al forte francese Mertine.

Nel tabellone di eliminazione diretta Giorgio inizia bene il suo cammino superando agevolmente il turco Menkuer e successivamente il bielorusso Lahunou con un secco 15-3.

Il match degli ottavi vede in pedana uno di quegli assalti che negli ultimi anni sta diventando un classico del fioretto mondiale, cioè Avola contro il forte francese Le Pechoux. Il match vede Avola subito sotto di tre stoccate nella prima parte dell’assalto, svantaggio poi lentamente recuperato e condotto con grande equilibrio fino alla zampata finale del modicano che allunga e vince 15-13 un match tanto bello quando tiratissimo.

Il tabellone di diretta non è affatto fortunato e sul cammino del modicano, nel match che vale una medaglia, vi è ancora un avversario ostico, il numero sei del ranking mondiale, il britannico Richard Kruse. Il match vede entrambi gli avversari sfiniti fisicamente dagli incontri precedenti e, soprattutto, dal gran caldo del palazzetto di Tbilisi che ha messo a dura prova tutti gli atleti in gara. Giorgio Avola firma qui la sua vittoria di carattere e determinazione, vincendo 15-11 e guadagnandosi un posto sul podio continentale per il secondo anno consecutivo.

Semifinale e finale

È la volta della semifinale, che pone di fronte in un derby due siciliani, il modicano Avola e l’acese Campione Olimpico Daniele Garozzo.

Il match con diversi capovolgimenti di fronte ha visto alla fine prevalere Garozzo, poi vincitore della gara.

«Inutile nascondere il rammarico – commenta AvolaIl bronzo è un buon risultato ma volevo e potevo salire qualche altro gradino del podio. Al momento c’è rabbia, ma questa adesso si trasformerà in stimolo forte per affrontare dapprima la gara a squadre e poi soprattutto la preparazione in vista dei Campionati del Mondo di Lipsia a metà luglio».

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.