Battendo il Misterbianco, il Giarratana rimane inseguitrice della capolista Modica

bloc 1

Con una formazione inedita, il Giarratana batte comunque il Misterbianco e si consolida, inseguitrice, alle spalle della capolista Modica

Giarratana volley 3 – Messaggerie Misterbianco 0
(parziali 25/15/25-8/25-13)

Giovanni Puma.
Giovanni Puma.

 GIARRATANA – Bastano 60 minuti di gioco per collezionare il 13° “sigillo” stagionale e archiviare pure la pratica Misterbianco. Resta imbattuto quindi il campo del Giarratana volley che in casa ha perso solo due set ai danni della P.G.S Luce Messina e del Taba e vinto tutte le altre gare a punteggio pieno.

Grande prova di maturità per i ragazzi allenati da Ansaldi che arrivano al match in formazione rimaneggiata ma nonostante ciò affrontano una gara di determinazione che non è stata mai messa in discussione nonostante le assenze pesanti di Di Pasquale, Agosta e un risentimento muscolare nel pre-partita per Fatuzzo che lo ha costretto a rimanere in panchina.

Ansie e timori che soffiavano nell’aria prima della partita sono svaniti fin da subito con la conferma di Fracasso (anno 2000), l’esordio di Sortino (2002) che da regista è costretto ad improvvisarsi centrale per sostituire l’infortunato Fatuzzo. Il Giarratana parte quindi in formazione “inedita” con Puma (in foto) in cabina di regia e Micieli in opposto, Fracasso-Boi di banda, Lero-Sortino impiegati al centro.

La partita giocata davanti al pubblico di casa che ormai abitualmente affolla il palasport, incoraggiato anche dalle ottime prove della squadra, dimostrando, partita dopo partita, di meritare di essere vice capolista.

Resta invariata quindi la distanza di tre lunghezze dal primo posto, conservato da un Modica che non sbaglia un colpo e batte in casa l’Agira. Il Giarratana consolida la seconda posizione e avendo una gara da recuperare con l’eventuale scontro diretto da affrontare in casa. Puma e compagni tenteranno l’assalto alla prima posizione e cercheranno di scrollarsi definitivamente le inseguitrici per chiudere anche il discorso promozione.

Ansaldi fiducioso e soddisfatto della vittoria della sua squadra manifesta la grande prova mentale con il quale i suoi ragazzi hanno affrontato la gara ascoltando le sue “predicazioni” settimanali con cui ha ricordato che accontentarsi non dev’essere nel DNA di questa squadra. E così non è stato: i suoi uomini si sono dimostrati cinici e concentrati in qualsiasi momento della partita, chiusa nel migliore dei modi con 3 punti conquistati che faranno trascorrere con più serenità e spensieratezza la Pasqua in casa Giarratana che continuerà comunque ad allenarsi per preparare la prossima sfida nel difficile “Pala Juvara” a Messina dove gioca la Zanclon._

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.