BASKET/OFF – Festa dei 50 anni per la Ciavorella.

bloc 1
Cinquanta anni di Ciavorella.
Cinquanta anni di Ciavorella.

SCICLI – Con una cerimonia sobria ma che ha messo assieme letteralmente 50 anni di storia del basket locale, la “Ciavorella” Scicli ha festeggiato i propri 50 anni di storia locale, con punte di eccellenza nel basket.

Una storia di 50 anni che pone la Ciavorella tra le più antiche società sportive non solo della Sicilia ma di tutta Italia.

Nata nel 1964, ai primi di ottobre, fu all’inizio una sorta di polisportiva perchè era quello un periodo che non vedeva tante occasioni sportive. A parte l’onnipresente calcio (del 1963 era lo Scicli Calcio, scomparso due anni fa come matricola per problemi societari), i ragazzi non avevano tante altre occasioni.

Dal sistema organizzativo della Chiesa cattolica, meritoria in questo senso, nacque la “Ciavorella”, dedica a Fernando Ciavorella, un giovane scomparso in un incidente stradale.

Primo presidente del sodalizio sportivo fu un “don”, un prete, quel don Concetto Di Pietro, oggi decano dei preti della Città e richiamato in servizio nella giornata di questi festeggiamenti e che ha ricordato i primi anni. E tra le cose raccontate, ecco come allora come oggi, c’erano problemi di campi, di allenamenti, di politici inetti, ecc ecc.

.

Il primo presidente della Ciavorella, don Concetto Di Pietro.
Il primo presidente della Ciavorella, don Concetto Di Pietro.

.

Dopo l’intervento del primo presidente l’intervento dell’ultimo, dell’attuale, Vincenzo Inì che ha messo l’accento sull’importaza di offrire una scelta sportiva ai giovani.

Ed in effetti tanti erano i ragazzi, di tutte le età, che nella maglietta nera dell’anniversario, hanno coperto il “parquet” del geodetico di Jungi, prima tutt’assieme e poi raggruppati nei vari gruppi secondo le età.

Infine la “prima squadra”, la più rappresentativa che parteciperà al campionato di Prima divisione.

Un nutrito gruppo di atleti guidati oggi da Santo ed Alberto Carestia, tecnici federali che tengono viva la tradizione cestitica a Scicli.

OLD ALL STAR GAME

Il momento forse più atteso, quello dell’All Star Game dove sono scesi in campo – divisi in bianchi e neri – i “vecchi” della Ciavorella, coloro che sono passati nell’arco di questi 50 anni sotto i canesti dei vari campionati.

Un amarcord che ha visto decani come Luigi Nifosì, giocatore e poi allenatore, il prof. Elio Cottone, anche lui “coach”, o Giorgio Giannì, fino a poco tempo fa effettivamente attivo nei campionati.

.

>>> CLICCA FOTOALBUM <<<<

.

In campo anche coloro che sono proprio nati nel 1964, anno di fondazione della Ciavorella e che poi sono entrati a giocare tra le fila, come Franco Occhipinti, Daniele Manenti, Giuseppe Pitrolo, Franco Fidone  o le classi immediatamente precedenti e successive con Daniele Occhipinti, Bartolo Mililli, Sandro Agnello, Massimo La Micela, Peppe Ricca, Tonino Restivo, Lucio Lonatica, Sergio Riccotti, Memmo Manenti, Giovanni Iacono e tanti altri.

.

La "palla a due" dell'avvio del partita degli "Old". Lo stile è quello che è segno che il tempo passa per tutti.
La “palla a due” dell’avvio del partita degli “Old”. Lo stile è quello che è segno che il tempo passa per tutti.

.

La storia ricorderà che la squadra dei “Neri” ha battuto quella dei “Bianchi” per 27-a-19, in un sesseguirsi di tentativi di infilare la palla dentro un canesto che è sempre alla stessa altezza di 30 anni fa, ma che sembrava più alto e faticoso da raggiungere.

D’altra parte non era la sfida ad essere il “pivot” della giornata, ma il ritrovare tanti che, forse incoscientemente, hanno comunque contribuito a costruire una piccola storia locale, forte di 50 anni. Che non è poco.

.

L’amarcord di oggi (video con audio)

http://youtu.be/HpBFN4EeDlY?list=UUPEUBmcc-o7z75Rdb9sNaBg

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.