BASKET/A – Chieti atteso ma non da temere.

bloc 1

Tenere alta la concentrazione. E non fidarsi della posizione di classifica di una squadra che, invece, potrebbe presentarsi con un paio di innesti rispetto la formazione incontrata all’andata.

.

11-1-2014

.

RAGUSA – Diciamo la verità: se un coach dovesse preoccuparsi pure di un incontro finito all’andata a suo favore per 89-a-35, si dovrebbe essere tutti preoccupati che qualcosa di serio sia accaduto alla squadra.

Ma, aldilà della “normale” scaramanzia, dallo spogliatoio Eirene Passalacqua non pare giungano segnali di grosse difficoltà.

Vero che nel Cus Chieti – parte sportiva dell’Università “D’Annunzio” di Chieti/Pescara – atteso a Ragusa ci sono stati due american-innesti con  Holmes e Wilson, fresche di tesseramento. Ma, intanto è ultimo in classifica con “0” punti. E poi le americane le ha anche la Passalacqua e sono 3. Ed ha pure le ukraine (Malashenko) e le serbe (Micovic). Quindi niente paura per la quota “internazionale”.

E poi, se la statistica serve a qualcosa (e quella della Federazione pallacanestro è eccezionale) l’andata a 2^ giornata, è finita con un 35-a-89 per le ragusane con tutta una serie di parametri a favore delle biancoverdi di Gianstefano: 77,8% di tiri liberi (Chieti 60); 53 rimbalzi conquistati da Milica & company rispetto ai 24 delle abruzzesi; 22 palle recuperate contro le 13 abruzzesi con 4 stoppate a favore dell’Eirene contro “zero” del Chieti.

Unico numero a sfavore, i tiri da tre che in effetti alle ragazze di coach Molino sono venuti male: il Chieti ha in saccoccia oltre il 21% di realizzazione contro il poco più di 15 della Passalacqua.

Un non-problema, però,  per le cecchine in bianco/verde che nell’arco della stagione hanno una percentuale di realizzato da tre del 32,3% laddove, esempio, la prima in classifica, lo Schio, ha il 34,7%: si è in testa anche qui.

.

Coach Molino ... catechizza.
Coach Molino … catechizza.

.

Qundi attenzione, come sempre per fare buoni lavori ma niente agitazione

Anche se qualche rimuginamento in casa Passalacqua c’è. Rispetto l’arrivo di Holmes e Wilson, coach Molino non vede chiaro: “E’ un po’ anomalo – ha detto – che si inseriscano due americane all’inizio del girone di ritorno. Mi aspetto in ogni caso che anche il pubblico di Ragusa non snobbi affatto questa gara ed accorra in massa a sostenerci”.

Intanto, per un altro bel progetto di Gianstefano Passalacqua, la candidatura di Ragusa per la Final Four, sono scaduti i termini per le candidature. A presentare istanza sono state, oltre alla Passalacqua spedizioni, anche Lucca ed Umbertide. La prossimasettimana si dovrebbe conoscere la sede dove verrà disputata l’importante manifestazione._

Passalacqua vs Cus Chieti | domenica 12 gennaio 2014 | ore 18:00 | Ragusa, PalaMinardi

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.