BASKET/A – Al debutto, la Passalacqua vince con 30 pt di scarto.

bloc 1
Il tabellone finale della vittoria della Passalacqua.
Il tabellone finale della vittoria della Passalacqua.

Azzurra Orvieto 47 – Passalacqua Ragusa 80
(parziali 9-17 | 9-15 | 15-24| 14-24)

S. MARTINO DI LUPARI (PD) – Vittoria schiacciante per la Passalacqua che ha debuttato nel campionato A1 per il 2014/2015 nell’opening day voluto dalla federazione femminile ed assegnato quest’anno alla Fila appunto di S. Martino di Lupari.

Un week end di basket in cui tutte le squadre del prossimo campionato si sono date appuntamento per una due giorni di gare di avvio campionato. In terra Veneta c’erano l’ Acqua e Sapone Umbertide, il Calligaris Triestina, il Famila Wuber Schio, la Pallacanestro Vigarano, il Lavezzini Parma, la Gesam Gas Lucca, la Ceprini Costruzioni Orvieto, il Cus Cagliari, la Umana Reyer Venezia e il Carispezia Virtus La Spezia oltre, ovviemente alla Virtus Eirene Passalacqua.

Passalacqua vince

La vittoria è stata schiacciante finita a 80-a-47 per le ragusane, con ben 21 punti messi a segno da Ashley Walker che si è certamente dimostrata la più determinata in campo, forse anche facendo valere una sorta di “anzianità” nel gruppo.

.

Ashely Janeen Walker. Contributo fondamentale il suo con 21 punti e 7 su 12 tiri da due punti.
Ashely Janeen Walker. Contributo fondamentale il suo con 21 punti e 7 su 12 tiri da due punti.

.

Seconda miglior realizzatrice Maddalena Gorini con 12 punti seguita da Sabrini Cinili e Virginia Galbiati con 10.

Alta anche la percentuale di tiro da 3, con 57 tiri effettuati contro i 39 dell’Orvieto. In questi tiri, palmares sempre ad Asheley che ha tirato 12 volte insaccandone 7.

La migliore delle orvietane nel tiro da tre, Burkholder, ha tentato per 10 volte indovinandone solo 3.

Non ci sono mai stati seri dubbi sul fatto che il debutto di campionato fosse assolutamente nelle possibilità della Passalacqua. Il primo tempo è finito per 17-a-9, il secondo 18-a-31 ed il terzo 33-a-56. Questo a dimostrazione che il ritmo era quello giusto.

Per la Passalcqua, meglio pare aver fatto la difesa – anche qui con superlavoro di Walker – che è riuscita spessissimo a neutralizzare le discese delle umbre e recuperando con impegno tanti palloni.

Meno convinto il reparto offensivo che ha spesso mancato l’appuntamento col canestro, anche da facili posizioni.

Km zero e rodaggio da fare

E’ chiaro che la squadra deve ancora rodare in campo e che l’arrivo delle nuove leve necessita quel giusto momento di verifica sotto stress da gare.

Certo, di fronte si sono trovate una squadra, l’Orvieto, che deve sudare duramente se vuole diventare squadra competitiva. Per la Ceprini Costruzioni molte sono nuove e non ancora perfettamente a proprio agio con le bianche umbre. Lo stesso coach, Tony Valentinetti, sembrava poco convinto di quel che riusciva a far fare al quintetto, dimostrando un nervosismo evidente ed alti toni di voce durante i time-out.

Un nervosismo che è sfociato, a fine partita, in un mancanto saluto alla mano offerta da coach Nino Molino che è rimasto stranito dal fatto che Valentinetti non avesse voluto stringergli la mano.

.

Coach Nino Molino sorpreso del fatto che il coach dell'Orvieto non abbia voluto stringerli la mano a fine partita.
Coach Nino Molino sorpreso del fatto che il coach dell’Orvieto non abbia voluto stringerli la mano a fine partita.

.

Un gesto di stizza che non si è capito, effettivamente, perchè la partita pare sia andata avanti senza asprezze, cattiverie. Forse l’aver perso non ha messo di buon umore il barbuto coach, in un anonimo maglioncino a “v” e pantaloni cargo che ne hanno ben messo in evidenza la stazza. E la stizza.

La squadra ha ben giocato – ha detto a fine partita l’assistant coach Maurizio Ferrara – anche se ancora dobbiamo regolare alcune impostazioni. Ci sono ragazze nuove che devono meglio integrarsi ma certamente i presupposti per un buon campionato ci sono”.

Da segnalare, in campo nella partita a seguire, la ex Milica Micovic, passata dall’isola di Sicilia all’isola di Sardegna essendo quest’anno impegnata con il Cus Cagliari._

.

La neo Debora Gonzalez
La neo Debora Gonzalez in attacco

 .

ALBUM PHOTO | CLICCA QUI

Ti è piaciuto questo articolo?

Leave a Reply

Your email address will not be published.